4 dicembre 2021
Aggiornato 02:30
Vela

America's Cup nella bufera

Dopo il pesante annuncio del ritiro di Team Australia, ex Challenger of record (primo degli sfidanti), i 4 team rimasti, Luna Rossa Challenge, Artemis Racing, Ben Ainslie Racing e Team France hanno confermato l'appoggio al defender per l'organizzazione «indipendentemente dalla sede che verrà prescelta per lo svolgimento delle regate».

NEW YORK - Dopo il pesante annuncio del ritiro di Team Australia, ex Challenger of record (primo degli sfidanti), i 4 team rimasti, Luna Rossa Challenge, Artemis Racing, Ben Ainslie Racing e Team France hanno confermato l'appoggio al defender per l'organizzazione «indipendentemente dalla sede che verrà prescelta per lo svolgimento delle regate».

Nella nota congiunta i quattro team, «confermano il proprio impegno a collaborare in modo costruttivo con il Defender al successo sportivo e commerciale della 35esima America's Cup, con l'obiettivo di portare questo evento ai vertici dello sport professionistico mondiale sotto il profilo mediatico, dello spettacolo, di pubblico».

E sono pronti «a collaborare attivamente per adattare le regole dove necessario e definire la stesura del calendario delle America's Cup World Series nonché il formato con cui le regate di selezione dei Challenger e le fasi finali dell'America's Cup verranno disputate». Per Max Sirena, skipper di Luna Rossa Challenge «la spettacolarità dei catamarani 'volanti' ad ala rigida non è più da dimostrare, come non è da dimostrare quanto queste regate siano agguerrite e piene di adrenalina».

Ben Ainslie, Team Principal di BAR commenta: «Il nostro impegno è quello di contribuire alla realizzazione di una Coppa America di successo e sostenibile anche in futuro. L'America's Cup ha spinto i confini tecnologici dello sport attraverso un'innovazione continua». Se per Iain Percy, Team Manager di Artemis Racing, «la prossima America's Cup sarà verosimilmente la più combattuta, eccitante e sostenibile edizione di sempre», Frank Cammas, skipper di Team France, sottolinea: «La 35esima America's Cup, grazie a regate emozionanti, confermerà l'inizio di una nuova era non solo per la vela, ma anche per lo sport in generale e le tecnologie correlate».