30 maggio 2020
Aggiornato 00:30
Energia

La «Via della Seta economica» passa dal Kazakhstan per ENI e Sace

I due gruppi hanno annunciato di aver siglato importanti accordi commerciali con il Paese centro-asiatico. Il Cane a sei zampe ha raggiunto un accordo sui diritti di sfruttamento del sottosuolo per la ricerca e la produzione di idrocarburi nel blocco di Isatay. Il gruppo assicurativo sta lavorando a nuovi progetti per un impegno complessivo di 800 milioni di euro

In fumo 140 miliardi di metri cubi di gas

Anche ENI aderisce all'iniziativa «Zero Routine Flaring by 2030»

Le maggiori compagnie petrolifere mondiali hanno sottoscritto un impegno a porre fine alle «fiammate» che scaturiscono dagli impianti petroliferi entro il 2030. Ogni anno vengono liberati nell'atmosfera circa 330 milioni di tonnellate di CO2 dalle fiamme degli impianti petroliferi, le emissioni di 77 milioni di macchine.

Crisi ucraina

Kiev teme un'invasione russa e una «guerra continentale su ampia scala»

Il segretario del Consiglio nazionale di Sicurezza ucraino, Oleksandr Turchinov, ha messo in guardia il Parlamento sulla possibilità che si arrivi a una «ripresa delle ostilità e un attacco con la partecipazione delle forze armate russe». Richiamati 50mila riservisti. Anche la Germania e la Lituania hanno paura di un'escalation del conflitto