24 giugno 2019
Aggiornato 16:00
Esteri | Cuba

La blogger Yoani Sanchez parte per una tournée in 12 paesi

In passato le autorità cubane le avevano negato più volte il visto d'uscita, che ora Snachez è riuscita ad ottenere grazie all'entrata in vigore della della legge che facilita i viaggi all'estero per i residenti di Cuba: «Nuova pagina della mia vita» ha detto in partenza dall'Avana

In lizza anche Sharp e Sima Samar

Il Nobel per la Pace forse alla blogger Yoani Sanchez

Il suo blog «Génération Y» costituisce una viva testimonianza sulla vita quotidaina a Cuba, in cui denuncia l'inerzia del regime e la disperazione dei cubani. Sottoposta a «molestie permanenti» da parte delle forze di sicurezza, Sanchez è stata arrestata più volte, l'ultima il 5 ottobre a Bayamo dove era andata a seguire un processo a un altro dissidente

Diritti Civili | Caso Sanchez

Yoani Sanchez: Ho resistito e l'ho pagata

La blogger cubana era stata arrestata l'altro ieri assieme al marito, il giornalista dissidente Reinaldo Escobar, a Bayamo, a 750 chilometri a sud-est dell'Avana, dove intendeva assistere al processo di un giovane politico spagnolo, Angel Carromero, accusato di omicidio dopo la morte in un incidente stradale dei dissidenti Oswaldo Paya e Harold Cepero

L'annuncio su Twitter

Yoani Sanchez libera dopo 30 ore

La nota blogger cubana era stata arrestata l'altro ieri insieme al marito, il giornalista dissidente Reinaldo Escobar, a Bayamo, a 750 chilometri a sud-est dell'Avana, dove intendeva assistere al processo di un giovane politico spagnolo, Angel Carromero, accusato di omicidio dopo la morte in un incidente stradale dei dissidenti Oswaldo Paya e Harold Cepero

Insieme al marito, il giornalista Reinaldo Escobar

Cuba: manette per la blogger Yoani Sanchez

Sembra che gli attivisti volessero coprire il processo che si celebrà oggi a Bayamo al giovane politico spagnolo Angel Carromero, accusato di omicidio dopo la morte in un incidente stradale dei dissidenti Oswaldo Paya e Harold Cepero