4 agosto 2020
Aggiornato 22:00
Insieme al marito, il giornalista Reinaldo Escobar

Cuba: manette per la blogger Yoani Sanchez

Sembra che gli attivisti volessero coprire il processo che si celebrà oggi a Bayamo al giovane politico spagnolo Angel Carromero, accusato di omicidio dopo la morte in un incidente stradale dei dissidenti Oswaldo Paya e Harold Cepero

L'AVANA - La nota blogger cubana Yoani Sanchez è stata arrestata ieri a Bayamo insieme al marito, il giornalista Reinaldo Escobar, e altri attivisti. Lo ha riferito il giornalista filogovernativo Garcia Ginarte, secondo quando riporta il sito web cubaencuentro. La notizia è stata confermata su Twitter da altre fonti, riferisce il sito.
Sembra che gli attivisti volessero coprire il processo che si celebrà oggi a Bayamo al giovane politico spagnolo Angel Carromero, accusato di omicidio dopo la morte in un incidente stradale dei dissidenti Oswaldo Paya e Harold Cepero. Ginarte ha detto che la blogger - da lui definita «pronordamericana» - è stata arrestata per non consentirle di fare uno «show mediatico». Yoani Sanchez è anche corrispondente da Cuba per El Pais.

La scrittrice e attivista pluri-premiata la settimana scorsa, assieme alla Commissione inter-americana per i diritti umani, ha depositato una denuncia contro le autorità cubane che le hanno negato più volte (circa 20) il visto per lasciare il paese, ha dichiarato il suo avvocato, secondo il quale la blogger non esce dall'isola dal 2007.
Tra gli arrestati c'è anche Guillermo Farinas, fermato nella città di Santa Clara assieme ad altri attivisti, secondo alcuni suoi familiari e fonti dell'opposizione cubana. Il 50enne dissidente, vincitore del Premio Sakharov per i diritti umani, è noto per avere compiuto numerosi scioperi della fame.
Intanto la stampa spagnola ha riferito che il governo cubano valuta una pena di 7 anni di prigione (su un massimo di 10 per l'accusa di «violazione del traffico che ha causato morte»)contro Carromero, 27 anni, a capo dei giovani del Partito popolare spagnolo (conservatori), rimasto ferito nell'incidente assieme a un attivista svedese.

Vernetti: governo faccia qualcosa per liberare Sanchez - Il parlamentare Gianni Vernetti (gruppo Misto) ha condannato l'arresto della blogger e dissidente cubana Yoani Sanchez, definendolo «inaccettabile». L'ex sottosegretario agli Esteri ha ricordato che Sanchez «questa mattina è stata arrestata a Cuba, mentre assisteva al processo ad Angel Carromero, accusato della morte del noto dissidente cubano Oswaldo Paya.