2 giugno 2020
Aggiornato 10:00
Regione Emilia Romagna

Favia: «Non farò la parte dell'ospite non voluto»

Così Giovanni Favia, ex esponente del M5s prima di passare con la Lista civica di Ingroia, ha deciso di lasciare il gruppo nell'Assemblea regionale dell'Emilia-Romagna: «Ne sono stato il padre. Ma se mi credono morto si sbagliano»

Partiti | Movimento 5 Stelle

Favia: Non mi arrendo, 160mila voti non si cancellano

«Gli interessi privati, i personalismi, la verticalità organizzativa, la fede messianica in un leader,non sono mai stati nel nostro Dna, non sono i nostri semi. Accettare una deriva di questo tipo significherebbe arrendersi e invece non ci arrenderemo mai»

MoVimento 5 Stelle | Caso Favia

Favia: Casaleggio è un problema. Grillo: Non hai più la mia fiducia

«Io non discuto la persona, ma metodo gestionale», afferma Favia in un'intervista al «Fatto quotidiano». Casaleggio «pianifica e gestisce. Non entra nel merito delle liste locali, quello no. Ma decide a 360 gradi, la linea politica, il blog, i messaggi da lanciare, la struttura dei messaggi. E' persona capace. Ma ricopre un ruolo perché all'interno c'è una lacuna in merito alla democrazia reale

MoVimento 5 Stelle | Il caso Favia

Caso Favia, la fronda in Emilia è molto forte

Lo sfogo di Favia sembra un fulmine a ciel sereno, in realtà non è altro che una conseguenza di un malessere che va avanti da mesi, almeno in Emilia-Romagna, un «laboratorio» per il movimento di Beppe Grillo che proprio cinque anni fa (il 9 settembre 2007) da Piazza Maggiore a Bologna presentò attraverso il «V-day» la legge di iniziativa popolare «Parlamento pulito»

MoVimento 5 Stelle | Caso Favia

Favia: Sulle mie dimissioni decidono i cittadini

Ha spiegato di considerare «un errore» quello «sfogo» sull'assenza di democrazia nel Movimento 5 Stelle, catturato dalle telecamere di «Piazza pulita» su La7. Un fuori onda non concordato, ci ha tenuto a precisare il protagonista, il consigliere regionale dell'Emilia Romagna del movimento grillino, Giovanni Favia, che ha affidato a Facebook la sua replica

MoVimento 5 Stelle

Il «mea culpa» di Favia: Stop alle interviste tv a pagamento

Dopo le polemiche sulle interviste televisive a pagamento, il «grillino» Giovanni Favia rende noto di aver già bloccato il rinnovo del contratto. Grillo sul suo blog aveva criticato: E' come pagarsi il funerale