26 giugno 2017
Aggiornato 10:30
Braschi vs Salvini

Sanremo, Braschi a Salvini: canto l'immigrazione, questa è la mia risposta alla sua retorica

Il brano di Braschi, 'Nel mare non ci sono coccodrilli', affronta il tema dell'immigrazione. Tema che ha sollevato le critiche di Matteo Salvini e a cui il giovane artista risponde così

ROMA - Tanta emozione, ma la voglia di portare la propria musica sul palco dell'Ariston è molta. Braschi, in gara al Festival di Sanremo tra le nuove proposte, si presenta a poche ore dalla sua esibizione. "Mi aspetto di avere una spinta e una propulsione che mi possa dare coraggio per i prossimi mesi e prossimi anni. Spero di uscirne fortificato, anche se è strano solo dirlo perché solo parlarne qui e pensare a stasera mi dà un senso di svenimento".

"La risposta è nel testo"
Il brano di Braschi, "Nel mare non ci sono coccodrilli", affronta il tema dell'immigrazione. Tema che ha sollevato le critiche di Matteo Salvini. Il giovane artista risponde così: "Spero e credo che la mia canzone possa rispondere da sola. La risposta è nel testo".

"Sono impaurito dalla retorica"
E sul tema dell'immigrazione dice: "E' un tema che oltre a essere attuale è fondamentale e deve essere trattato. Sono impaurito dalla retorica e ho cercato di trattarlo nel modo meno retorico possibile, per questo ho fatto un testo fresco. Spero che il risultato possa arrivare ai cuori delle persone".