4 aprile 2020
Aggiornato 18:00
Turismo sostenibile

Il futuro del turismo è sostenibile: 5 regole pratiche alla portata di tutti

Uno dei settori che maggiormente va a incidere sulla salute del nostro ecosistema è quello del turismo, per questo è importante imparare a vivere le vacanze in maniera green

Una ragazza in una escursione in montagna
Una ragazza in una escursione in montagna Pixabay

Sentiamo spesso parlare di ecosostenibilità e di rispetto per l’ambiente, del nostro pianeta che soffre e si surriscalda per colpa delle nostre abitudini pericolose. Forse però non tutti sanno che uno dei settori che maggiormente va a incidere sulla salute del nostro ecosistema è quello del turismo, in assoluto, attualmente, uno dei più inquinanti. Tutti noi quindi senza saperlo ci rendiamo partecipi di questo circolo vizioso, ad esempio quando per fare brevi tratte scegliamo comunque di prendere un aereo. Fortunatamente, però, siamo tutti in tempo per rimediare scegliendo una forma di turismo che sia sostenibile, una scelta in cui la tecnologia può venire in nostro aiuto: vediamo quindi 5 consigli pratici per cominciare a vivere anche noi le nostre vacanze in maniera innovativa e green.

Scegliere un mezzo di trasporto sostenibile

Ecoturismo significa innanzi tutto viaggiare in maniera sostenibile, senza inquinare. Proprio per questo, il primo passo da compiere è quello di scegliere un mezzo di trasporto che produca meno CO2 possibile. Questo, perché la prima causa di inquinamento sono proprio i canonici mezzi che usiamo per spostarci, e l’aereo in particolare risulta essere ancora tra i più inquinanti nonostante l’impegno profuso in questi anni a ridurre le emissioni. Treni e bus green sono quindi la prima soluzione a nostra disposizione per riuscire a viaggiare rispettando l’ambiente, e anche in questo caso la tecnologia viene in nostro soccorso: app come quella di Omio, infatti, permettono di confrontare diverse tipologie di mezzo per effettuare i nostri spostamenti, aiutandoci quindi a scegliere opzioni più sostenibili. Acquistare un biglietto digitale, inoltre, aiuterà anche a diminuire lo spreco di carta.

Cercare strutture eco-friendly

Oramai sono sempre di più le strutture che si sono adattate ad uno stile di vita sostenibile, e anche in questo caso abbiamo a nostra disposizione delle app e dei siti che permettono di cercarle e di selezionarle. In molti li chiamano eco-B&B, e si tratta di strutture votate al risparmio energetico, così come gli hotel alimentati da energia solare ed eolica, e gli agriturismi sostenibili. La sostenibilità di queste strutture, quindi, passa anche attraverso le scelte che fanno, e che vanno dall’uso di fonti rinnovabili all’auto produzione di alimenti, spesso completamente biologici.

In viaggio: attenzione alla plastica e al cibo locale

Quando viaggiamo dobbiamo tenere a mente tutta l’importanza di un’avventura che sia divertente e confortevole, ma anche votata al rispetto dell’ambiente che ci circonda. Il primo consiglio è quindi quello di fare molta attenzione all’uso della plastica, che da anni inquina i nostri mari, cercando piuttosto di usare i thermos in acciaio ed evitando dunque i prodotti monouso. In secondo luogo, anche la decisione di mangiare cibo locale può davvero fare la differenza: oltre a essere in genere a km0, e quindi meno inquinante perché non necessita di lunghi trasporti, in genere sostiene anche le piccole realtà del luogo, incentivandone lo sviluppo.

Sostenere la cultura e l’artigianato del luogo

Tutti noi ci facciamo sempre attrarre dai negozietti di souvenir, ma dobbiamo imparare a scoprire le vere alternative, come i prodotti locali autentici che sostengono la cultura e la comunità del posto. In questo modo noi ci porteremo a casa un ricordo dal sapore davvero speciale, e nel mentre lasceremo un importante contributo all’economia del luogo che ci ha ospitato e ci ha fatto divertire.

Informarsi, avere una mente aperta e condividere le esperienze

Prima di iniziare il proprio viaggio una delle cose più importanti è sfruttare blog e siti per imparare quanto più possibile sulla storia e sulla cultura del luogo che si andrà a visitare. In questo modo, si avrà la possibilità di entrare realmente in contatto con le persone del posto, conoscerle e approcciarsi a loro con una mente aperta e libera da pregiudizi. Inoltre, sempre grazie alla tecnologia è possibile condividere con il resto del mondo itinerari ed esperienze che aiutino altre persone a scegliere a loro volta la via del turismo sostenibile.

Per riuscire a viaggiare e rispettare l’ambiente non serve quindi molto: basta metterci il giusto spirito e conoscere i mezzi e le app giuste.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal