5 dicembre 2023
Aggiornato 09:30
I benefici del sesso

Basta scuse o tabł: 3 motivi per cui dovresti fare sesso tutti i giorni

Il sesso č importante per la salute di una donna e del suo partner. Parola di scienza

I benefici del sesso
I benefici del sesso Foto: Shutterstock

Non è passato poi così tanto tempo da quando era quasi d’obbligo avere rapporti sessuali con il proprio partner solo dopo il matrimonio. E tutto ciò era un vero peccato perché molte coppie si sono precluse la possibilità di godere di ottima salute. Quindi è ora che qualcuno faccia crollare tutti i muri del puritanesimo e dell’ipocrisia. Fare sesso è quasi un dovere, ma per la nostra salute.

Combatte il raffreddore
Se con questi sbalzi di temperatura ti sei presa un bel raffreddore, mettiti a letto… ma con il tuo amante. Secondo Manfred Schedlovski, infatti, i rapporti sessuali soddisfacenti aumentano notevolmente il numero di cellule immunitarie deputate allo smaltimento dei germi patogeni. Durante l’orgasmo, infatti, se ne produce circa il 150 per cento in più. Inoltre, altri studi indicano gli effetti positivi del bacio: lo scambio di batteri aumenterebbe le difese del nostro sistema immunitario.

Eviti l’infarto al tuo uomo
Cosa c’è di peggio per il nostro apparato cardiovascolare, se non l’aumento di glicemia, diabete e colesterolo? Un potenziale aiuto nella prevenzione di infarto e altri problemi cardiovascolari arriva da sani rapporti sessuali. Secondo la Società Italiana di Andrologia e Medicina della Sessualità, in tali momenti aumenta la produzione di testosterone, sostanza utile a ridurre il rischio di malattie cardiovascolari. L’importante è che l’atto sessuale sia vissuto in tutta tranquillità e non sotto stress – per esempio rapporti al volo con la propria segretaria…

Riduce gli episodi dolorosi
Dai risultati ottenuti da una ricerca dell’Università di Munster, il sesso riduce gli attacchi di cefalea. Quindi se proprio non avete desiderio di rapporti sessuali non inventatevi la classica scusa del mal di testa. Durante la ricerca si è potuto dimostrare che un paziente su cinque non solo ha una netta riduzione del dolore come la quasi totalità dei pazienti, ma addirittura mostra una scomparsa totale. Il merito sarebbe delle endorfine naturali che riducono la sensazione dolorosa.