20 ottobre 2018
Aggiornato 21:23

Pratica del sesso orale e gli si «spaccano» le vie respiratorie. L’incredibile storia di un 19enne

Un 19enne pratica del sesso orale e finisce in ospedale per gravi problemi respiratori. Ecco cosa gli è accaduto
Finisce in ospedale dopo aver praticato sesso orale
Finisce in ospedale dopo aver praticato sesso orale (Screenshot dal quotidiano Pedestrian)

Una vera e propria disavventura quella accaduta a Fredy Alanis, un ragazzo statunitense residente a Chicago. Inutile dire che la sua storia ha fatto così scalpore – e destato tanti allarmismi – da essere divenuta virale. Il suo post con l’immagine sul letto di ospedale, infatti, sembra aver fatto il giro del mondo. Ed è così che diversi media esteri hanno riportato la sua incredibile vicenda: dopo aver avuto un rapporto orale ha accusato dolori fortissimi, tanto che ha necessitato di un ricovero ospedaliero. Ecco cosa gli è accaduto.

Tutto inizia su Grindr
La storia di Fredy inizia su Grindr, un social network molto utilizzato dai ragazzi gay. Lui è solo un adolescente di 19 anni che aveva voglia – come tanti altri coetanei – di divertirsi un po’ in camera da letto. «Era un mio vecchio vicino di casa che ho trovato su Grindr. Ha, tipo, quattro anni più di me, quindi sapevo chi fosse, ma non abbiamo mai passato tempo insieme prima di quel momento», racconta Fredy. Ed è così che i due decidono di incontrarsi e poco dopo hanno un rapporto sessuale, praticando – tra le altre cose – anche del sesso orale. Qualcosa, però, va decisamente storto e Fredy finisce in ospedale. Dopo il ricovero posta una sua foto con i tubi dell’ossigeno e scrive: «Scusate l’angolazione sbagliata, ma ricorda quando ho avuto un rapporto orale e sono finito al pronto soccorso», scrive Alanis sui social.

Dolore al petto
«Avvertivo un dolore al petto. Ho pensato, forse il mio petto è solo dolente per quello che è successo, e non ci ho pensato più di tanto. Mi sono svegliato la mattina dopo, e il dolore al petto era diventato sempre più forte. Ero ingobbito e piangevo», continua Fredy. Ed è così che il ragazzo si reca immediatamente dal dottore. A un’attenta osservazione il medico ha evidenziato una rottura delle vie respiratorie. Fredy non ha raccontato ogni dettaglio perché sua madre lo ha a accompagnato in ospedale. In realtà ha detto che aveva avuto una tosse molto forte, ma sapeva che prima o poi avrebbe dovuto dire ai medici la verità. Il ragazzo è stato in ospedale proprio i primi giorni dell’anno ma i post suoi social – riguardanti la sua vicenda - ha cominciato a pubblicarli solo ora, ben sette mesi dopo.

Esplosione delle vie respiratorie
Ciò che è accaduto a Fredy è un fatto davvero molto insolito. Il ragazzo racconta sui social che i suoi genitori sanno che lui è un omosessuale, ma non che lui ha comportamenti di un certo tipo con più persone. D’altro canto, sembra che durante il suo ultimo rapporto orale le sue vie respiratorie abbiamo avuto, per così dire, un’incidente. Un po’ come se qualcosa fosse letteralmente «scoppiato». Questo spiegava il suo fortissimo dolore al petto. «Le probabilità che ciò accada, e il fatto che sia accaduto, è assurdo perché il dottore mi ha detto che per far esplodere le vie respiratorie praticando un rapporto orale è una su cento milioni», racconta Fredy. «Ma non vi preoccupate, se volete farlo, fatelo. Fate quello che volete e non siate intimiditi da nessuna taglia. Con il senno di poi, posso dire che ne è valsa la pena».

Asfissia?
Secondo il famoso medico Micheal Baden, non è impossibile morire di asfissia dopo un rapporto orale. Tuttavia, non ha mai visto niente di simile in 50 anni di lavoro. «Ci sono vari modi in cui avere rapporti può portare a morti inaspettate, ma non ho mai sentito nessuno soffocare a causa di un pene», ha spiegato Baden a Pedestrian.

Una leggenda
In men che non si dica, dopo la pubblicazione del post, Fredy è diventato una vera e propria leggenda. Un po’ per il suo coraggio nell’esporre la verità e un po’ per aver vissuto il sesso orale più triste della storia dopo aver avuto rapporti sessuali con un uomo dal pene di dimensioni straordinarie (10 pollici, 25 centimetri). «Mi dicono che sono una leggenda. Hanno detto che sono il loro capo. Stanno postando alcuni commenti da pazzi, non ho mai provato nulla di simile prima». Al momento i suoi genitori ancora non conoscono la verità, ma siccome il suo post è diventato virale ritiene che sia solo una questione di tempo. Presto tutti sapranno la verità», conclude Fredy.