8 dicembre 2019
Aggiornato 09:30

Il meglio e il peggio del cinema 2014

Si parte dal film che ha segnato l'anno, il viaggio oltre il tempo e lo spazio di Interstellar (45%) di Christopher Nolan (43%), anche miglior regista, con Matthew McConaughey (68%) miglior attore.

ROMA - 2014, fuga dalla realtà. Quest'anno il tradizionale sondaggio di Ciak (in edicola da questa settimana), frutto dei voti dei lettori, premia le pellicole alla ricerca di mondi lontani e virtuali. Si parte dal film che ha segnato l'anno, il viaggio oltre il tempo e lo spazio di Interstellar (45%) di Christopher Nolan (43%), anche miglior regista, con Matthew McConaughey (68%) miglior attore. Al secondo posto della categoria miglior film si piazza Boyhood e al terzo il blockbuster i Guardiani della Galassia.

Jennifer Lawrence (51%) come lo scorso anno è l'attrice più amata non solo per aver ripreso l'arco di Katniss in Hunger Games - Il canto della rivolta parte 1, ma anche per Mystica in X-Men - Giorni di un futuro passato. La seguono a distanza Scarlett Johansson, che compare soprattutto per la sua voce, quella del sistema operativo Samantha nella versione originale di Lei, e Jessica Chastain per l'ottima prova in Interstellar. Per la prima volta in assoluto la miglior scena sentimentale è un amore tutto virtuale: quello di un uomo per il suo computer in Lei (32%) di Spike Jonze.

Sul versante italiano stravince la poesia di Il giovane favoloso (35%) di Mario Martone. Elio Germano (57%), miglior attore. Dietro per un soffio Il capitale umano di Paolo Virzì e al terzo posto la commedia-sorpresa Smetto. È invece Paola Cortellesi (42%) a conquistare i voti come miglior attrice italiana per i suoi ruoli in Scusate se esisto!, Sotto una buona stella e Un boss in salotto, seguita da Valeria Bruni Tedeschi e Alba Rohrwacher. Delude invece il kolossal biblico Noah (27%) di Aronofsky.