13 novembre 2019
Aggiornato 00:30
Brasile 2014

Per Placido Domingo l'Opera ed il calcio vanno a braccetto

Il tenore spagnolo si esibì durante la coppa del Mondo del 1990 in Italia e l'11 luglio prossimo sarà a Rio de Janeiro due giorni prima della finale. Domingo ha raccontato nella conferenza stampa di presentazione dell'evento di avere avuto un passato da portiere fin quando non si ruppe un dito e dovette spostarsi in posizione più avanzata.

RIO DE JANEIRO - Per Placido Domingo l'Opera ed il calcio vanno a braccetto. Il tenore spagnolo si esibì durante la coppa del Mondo del 1990 in Italia e l'11 luglio prossimo sarà a Rio de Janeiro due giorni prima della finale. Domingo ha raccontato nella conferenza stampa di presentazione dell'evento di avere avuto un passato da portiere fin quando non si ruppe un dito e dovette spostarsi in posizione più avanzata. «Ma ho capito che non ero bravo» ha detto mostrando un dito storto «souvenir dei miei anni calcistici».

Tiferò per il Brasile
Tifoso del Real Madrid, i cui colori sono la cover dello smartphone, Domingo è anche un grande appassionato della nazionale spagnola. «Non smetterò mai di ringraziarli per quello che hanno fatto - ha detto - anche se qui eravamo davvero stanchi, non avevano energie». Ed ora? «Ovviamente tiferò Brasile - ha sottolineato suscitando gli applausi dei presenti - credo che se non vinceranno sarà un colpo durissimo. E' una squadra molto forte, fatta di grandi individualità che deve giocare senza pressioni».

L'evento l'11 luglio
Il feeling con il calcio è talmente sentito che Domingo si è sempre esibito nell'anno del mondiale nel paese che lo ha ospitato. Con Jose Carreras e Luciano Pavarotti a Italia '90, poi nel 1994 negli Stati Uniti, nel 1998 in Francia, nel 2002 in Giappone e nel 2006 in Germania. Nel 2010 rimase a Londra per lavoro. Il suo concerto brasiliano prevede arie spagnole, americane e brasiliane con la collaborazione del compositore di Rio Heitor Villa-Lobos.
La data dell'11 luglio è stata scelta perché «è uno dei pochi giorni senza calcio e gli appassionati potranno venire al concerto prima di lanciarsi nelle ultime partite mondiali».