22 gennaio 2022
Aggiornato 03:30
Lunga intervista a Vanity Fair

Barbara Berlusconi: Nessuno può dirmi chi amare

Da mesi la relazione della figlia del Premier con il calciatore Pato riempe le copertine dei giornali

MILANO - Barbara Berlusconi è una manager laureata in filosofia, considerata l'intellettuale di famiglia: non ci si aspettava un calciatore per fidanzato. «Che ipocrisia: perché dovrei scegliere il mio compagno secondo un cliché? Preferisco assecondare le mie impressioni. E il mio cuore», ha risposto la figlia del presidente del consiglio in una lunga intervista al settimanale Vanity Fair.

Da mesi la sua relazione con Alexandre Pato riempie le copertine. «Non ero pronta per un nuovo amore, ma è successo. Questa relazione non è un colpo di testa - ha continuato Barbara Berlusconi -. Se non fossi innamorata, non starei con un uomo. Sono felice, Alexandre è una persona con cui è bello condividere». Arrivata da poco nel consiglio di amministrazione del Milan, Barbara Berlusconi rivendica la sua storia d'amore: «Mi sento una ragazza normale che si innamora di un ragazzo che la colpisce. Non ne farei una questione di status o di etichetta violata. Forse alle scelte di noi donne si applicano categorie di giudizio differenti. Ma se avrò commesso un errore lo scoprirò da me: non posso certo vivere secondo i criteri di scelta delle altre persone».