29 luglio 2021
Aggiornato 17:00
Grande assente Carla Bruni

La Madrina Laurent apre il Festival di Cannes

Sfilata sul tappeto rosso dalle 19, oggi la conferenza stampa della giuria

CANNES - L'attrice francese Melanie Laurent («Bastardi senza gloria», «il Concerto«) aprirà questa sera il 64esimo Festival del cinema di Cannes con la proiezione in prima mondiale del film di Woody Allen Midnight in Paris, fuori concorso, nel quale compare anche Carla Bruni Sarkozy.
L'ex top model oggi cantante ha annunciato ufficialmente che non verrà sulla Croisette, alimentando le voci su una sua possibile gravidanza: «Lo desideravo e mi dispiace, purtroppo non posso farlo per ragioni personali», ha spiegato ieri la moglie del presidente francese, che interpreta una guida turistica nell'ultimo film di Woody Allen.

La sfilata sul tappeto rosso del Palais è in programma a partire dalle 19, secondo il programma ufficiale, mentre l'inizio della cerimonia d'apertura seguirà una mezz'ora dopo. Sarà la bionda madrina Melanie Laurent a pronunciare la consueta frase: «Dichiaro il 64esimo Festival di Cannes aperto». In giornata, la giuria presieduta da Robert de Niro incontrerà i giornalisti. Tra gli otto giurati, figurano l'attrice americana Uma Thurman, il collega britannico Jude Law e la scrittrice Linn Ullman, figlia del grande regista svedese Ingmar Bergman e dell'attrice Liv Ullman.

Più di 80 i film che saranno proiettati nei prossimi undici giorni nelle differenti sezioni del festival, 56 dei quali nella selezione ufficiale, di cui 20 si contendono la Palma d'Oro che sarà assegnata il 22 maggio. In lizza anche due italiani: Nanni Moretti con il suo «Habemus Papam» e Paolo Sorrentino con «This must be the place». Tra gli altri grandi nomi in concorso Pedro Almodovar con «La Piel Que Habito» (The Skin I Live In), il danese Lars Von Trier con «Melancholia» , il grande regista finlandese Aki Kaurismaki con «Le Havre» o, ancora, Terence Malick con l'attesissimo «The Tree of Life» in cui recitano Brad Pitt e Sean Penn (che recita anche nel film di Sorrentino).

Oltre alle numerose star attese nella città della Costa Azzurra - da Brad Pitt e Angelina Jolie, a Johnny Depp, Sean Penn, Charlotte Gainsbourg, Charlotte Rampling, Penelope Cruz e Catherine Deneuve - è previsto un omaggio all'attore francese Jean Paul Belmondo e una Palma alla carriera al regista italiano Bernardo Bertolucci.

Cannes infine non dimentica i registi vittime di repressione nel loro paese: «In Film Nist» (Questo non è un film), il nuovo film dell'iraniano Jafar Panahi, condannato a sei anni di carcere e interdetto dal lasciare l'Iran, sarà presentato in selezione ufficiale il 20 maggio. «Be Omid é Didar» (Arrivederci) firmato da un altro iraniano, Mohammad Rasoulof, anche lui condannato a sei anni, sarà proiettato nella sezione «Un Certain Regard» il 13 maggio.