23 luglio 2019
Aggiornato 11:30

Foggia al Diario Motori: «È la mia pista di casa, ma non ci corro da anni»

Pur essendo il suo appuntamento casalingo, Dennis non ha molta esperienza sulla pista del Mugello. In compenso, c'è tanta voglia di riscatto dopo un inizio duro

SCARPERIA – Dennis Foggia si sente prontissimo per il suo Gran Premio di casa al Mugello, ancora di più perché a spingerlo forte è la volontà di riscatto dopo un inizio di Mondiale Moto3 decisamente complicato. «Qui si respira aria di casa ed è sempre bello – racconta il pilota del team Sky Vr46 ai microfoni del Diario Motori – Speriamo che il weekend andrà bene, io cercherò di fare del mio meglio e di lavorare molto sodo con il team, come stiamo facendo sempre. Specialmente la prima gara non è stata facilissima, poi nella seconda ero lì ma sono scivolato, alla terza ho avuto un problema durante la corsa. A Le Mans, invece, abbiamo incontrato delle difficoltà per tutto il weekend e non è stato semplice sistemarlo, ma dai test che abbiamo svolto a Barcellona sembrerebbe che sia stato risolto. Qui daremo comunque il nostro 100% e vedremo come andrà».

Circuito da scoprire
Proprio le difficoltà incontrate in questo travagliato esordio della sua carriera nel Motomondiale stanno però contribuendo a farlo crescere: «Sì, già nel Cev avevo fatto molto bagaglio e me lo sono sicuramente riportato qui. Comunque mi sento un po' più cresciuto a livello tecnico, nel modo di lavorare con il team, e di questo sono contento. Ma c'è ancora molto da imparare». Paradossalmente, pur essendo l'appuntamento casalingo, per Dennis comunque questa è una pista poco conosciuta: «Qui ci ho girato, ma cinque anni fa, quindi rientrando in pista potrei incontrare delle difficoltà. Non lo so, non voglio aspettarmi niente».