8 aprile 2020
Aggiornato 18:00
Formula 1

La Red Bull sull'antica strada romana della Svizzera

Sebastien Buemi è tornato nella sua terra natale per guidare la monoposto su una strada di montagna fredda, umida e sconnessa, fino ai duemila metri del passo del Gottardo

AIROLO – Una nuova impresa automobilistica per Sebastien Buemi, già campione del mondo Endurance e di Formula E. Il pilota svizzero è tornato nel suo paese natale, nel Canton Ticino, per guidare la Red Bull di F1 sulla pericolosa Tremolastrasse, una strada costruita sul percorso utilizzato già dagli antichi romani e fatta di ciottoli irregolari resi ancora più scivolosi dalla neve in scioglimento, che collega la città di Airolo con il famoso passo del Gottardo.

Senza precedenti
Il fondo stradale e il meteo rischiosi hanno concesso poco tempo all'ex pilota della Toro Rosso per percorrere i 12,7 km fino ad un'altitudine di 2.106 metri. «Correre in Svizzera è proibito da molti anni – ha raccontato il 29enne – quindi aver potuto guidare una monoposto di Formula 1 nella mia nazione e su queste bellissime strade è stata un'esperienza incredibile che non dimenticherò».

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal