16 dicembre 2018
Aggiornato 18:00

Rossi: «Felice per Yamaha, deluso per me»

Vinales vince tra le lacrime, rammarico per il pesarese: «Maverick molto bravo, rispetto a lui io non ho cambiato la gomma»

Valentino Rossi su Yamaha
Valentino Rossi su Yamaha (ANSA)

PHILLIP ISLAND - C'è rammarico per Valentino Rossi, autore di una grande gara in Australia prima di slittare al sesto posto con il quale ha chiuso il Gran premio. «Purtroppo ho sofferto per tutta la gara - dice Vale -, fin dall'inizio la gomma di dietro scivolava: a un certo punto sono anche arrivato al 2° posto ma dietro avevo troppo spin, soprattutto nelle ultime due curve, e ho dovuto rallentare».

BRAVO MAVERICK - C'è rammarico, soprattutto pensando al campionato: «È un peccato, speravo di fare più punti e per il campionato non è il massimo. Maverick è stato molto bravo, rispetto a lui io non ho cambiato la gomma in griglia e forse stando lì 45' è come fosse diventata più dura. Non me lo aspettavo, la gestione della gomma non conta: noi cerchiamo sempre di avere un posteriore morbido e fra me e Viñales lo spin è simile, ma lui riesce lo stesso a spingere, io no. Dobbiamo capire il perché».

LE LACRIME DI VINALES - «È stato un anno molto difficile per me, non mi rendo ancora conto di aver vinto, ma la moto è stata fantastica, anche se alla fine non è stato facile gestire la gomma» Parola di Maverick Vinales, che ha riportato la Yamaha al successo dopo 25 gp senza vittorie. «Sentivo che potevo farcela, ringrazio il team che mi ha dato una moto per vincere, dopo il traguardo avevo le lacrime sotto il casco: ringrazio tutti quelli che a casa mi hanno spinto dandomi così una motivazione extra. Il team ora mi sostiene di più, mi abbraccia: forse ero io prima che mi ponevo male, ma adesso sento un grande feeling che mi aiuta».