14 novembre 2018
Aggiornato 04:00

Higuain-Milan: molto più di un affare

Rossoneri ad un punto di svolta dopo l'arrivo del centravanti argentino, un regalo che i tifosi attendevano da anni
Gonzalo Higuain, nuovo centravanti del Milan
Gonzalo Higuain, nuovo centravanti del Milan (ANSA)

MILANO - Gonzalo Higuain sbarca a Milano e dopo le visite mediche di rito e la firma sul contratto che lo legherà al Milan per le prossime 4 stagioni (prestito con diritto di riscatto), si preparerà a riportare entusiasmo ad una piazza che da troppo tempo attendeva il grande colpo in attacco. Da quando Zlatan Ibrahimovic ha lasciato i rossoneri nell'estate del 2012, infatti, il ruolo di centravanti milanista è rimasto vacante, a meno che non si vogliano etichettare come bomber i vari Fernando Torres, Mattia Destro o i recenti bidoni André Silva e Kalinic, onesti mestieranti che tutto hanno nelle proprie corde tranne che le stimmate del grande centravanti. Higuain è tutt'altro: Higuain è istinto del gol, senso della posizione, cattiveria, efficacia, puntualità nel timbrare il cartellino nelle partite decisive, e per informazioni chiedere al Napoli che nell'ultima stagione ha perso il confronto tricolore con la Juventus a causa della rete dell'argentino nello scontro diretto al San Paolo e di quella a Milano contro l'Inter a poche giornate dal termine.

Vantaggi

31 anni a dicembre, ma un fisico tirato a lucido come forse mai prima d'ora. Esperienza da vendere (e al Milan ce n'è veramente bisogno) e quei 25 gol stagionali fra campionato e coppa che l'ormai nuovo numero 9 milanista è in grado di garantire anche nelle sue annate peggiori e meno prolifiche. Parlando di numeri, infatti, Higuain è passato dai 36 gol con la maglia del Napoli nella stagione 2015-2016 (record assoluto in serie A), ai 24 al primo anno di Juve, per arrivare con i 16 dell'ultima annata in bianconero; il tutto ad aggiungersi alle 17 e 18 segnature dei primi due anni napoletani che collocano l'argentino come miglior bomber del campionato italiano degli ultimi anni, autore finora di 111 reti in serie A in 5 anni. Negli ultimi 5 anni, neanche tutti i centravanti del Milan hanno messo insieme un tale bottino di gol, motivo per il quale l'arrivo della punta sudamericana non può che essere accolta trionfalmente dal popolo rossonero, ormai troppo abituato ad costante stitichezza nel reparto avanzato. Anche l'aspetto economico, inoltre, appare vantaggioso per il Milan: 55 milioni di euro per un calciatore che solo due estati fa ne era costati 94; l'impressione è che, in attesa che Higuain confermi le sue doti anche a San Siro, il primo grande colpo di Leonardo da direttore tecnico milanista sia già arrivato.