16 novembre 2018
Aggiornato 21:30

Zaza: ultimatum al Milan

La trattativa fra l'attaccante del Valencia ed i rossoneri sembra essersi bloccata
Simone Zaza, attaccante del Valencia e della nazionale italiana
Simone Zaza, attaccante del Valencia e della nazionale italiana (ANSA)

MILANO - Ad un passo dal traguardo, ovvero dalle firme sul contratto, le strade di Simone Zaza e del Milan si sono improvvisamente allontanate. L'operazione che stava per portare l'attaccante del Valencia a Milano, infatti, era praticamente chiusa con accordo totale tra le parti, società d'accordo e calciatore entusiasta di tornare in Italia e per di più nella sua squadra del cuore fin da bambino e si aspettava solamente l'annuncio ufficiale; poi il rallentamento, iniziato a quanto pare dallo scetticismo di Gennaro Gattuso che non sembra convinto dell'ex juventino, anzi, nella conferenza stampa di presentazione lunedì scorso a Milanello, il tecnico calabrese ha affermato che con quelle caratteristiche al Milan c'è già Cutrone. Se non una porta in faccia, insomma, per Zaza poco ci manca.

Aut-aut

Una situazione che non lascia tranquillo l'attaccante lucano e il suo procuratore che, nonostante smentite di rito e dichiarazioni di circostanza, stanno tentando di riallacciare i rapporti col Milan, arrivando anche ad una sorta di ultimatum: se infatti entro una settimana i rossoneri non daranno notizie di sè, si rimetteranno in gioco e sul mercato. A riguardo, peraltro, è prontissimo a tornare in corsa il Torino che inizialmente appariva in pole position per l'acquisto di Zaza ma che con la trattativa fra il calciatore ed il Milan si era leggermente defilato. Milan che, a questo punto, deve prendere una decisione: assicurarsi l'arrivo della punta del Valencia, o comunicare alle parti in causa il proprio diniego e lanciarsi su nuovi obiettivi. Sempre che ve ne siano.