21 ottobre 2019
Aggiornato 13:00

La scheda: tutto ciò che c'è da sapere sulla gara del Paul Ricard

La F1 torna in Francia 10 anni dopo l'ultima volta. Una gara che storicamente premia la Ferrari, ma stavolta su un circuito che rientra dopo 28 anni. Via alle 16:10

LE CASTELLET – Dopo l’appuntamento extra-europeo in Canada, con la vittoria di Vettel su un circuito storicamente pro-Mercedes, la Formula 1 ritorna in Europa e ritrova la Francia: l’ultima volta, a Magny Cours nel 2008, la Ferrari aveva conquistato sia la pole position sia il successo in gara. Inoltre, per la prima volta dal 1990, la F1 torna sul circuito di Le Castellet. Anche in quell’occasione, la Ferrari aveva ottenuto sia la pole che la vittoria alla domenica. Venerdì 22 giugno è il giorno delle prime due sessioni di libere, alle 12 e alle 16. Sabato 23 giugno, dopo la terza sessione di libere (alle 13), appuntamento alle 16 con le qualifiche per stabilire l’ordine di partenza. Domenica la gara, alle 16:10. Non solo Formula 1, da venerdì in pista anche F2 e GP3.

La pista
Dal 22 al 24 giugno il Circuit Paul Ricard ospita l’ottavo appuntamento del Mondiale 2018 di Formula 1. Situato a Le Castellet, piccolo Comune nel sud-est della Francia, nella regione Provence-Alpes-Côte d’Azur, è stato inaugurato nel 1970. È intitolato a Paul Ricard, creatore dell’omonimo Pastis, che voleva valorizzare quell’area a lui cara con un avvenimento sportivo di portata internazionale. Nel 1971 la pista ospitò il primo Gran Premio di F1 e continuò a farlo, alternandosi inizialmente con la pista di Digione, fino al 1990. Il layout del circuito è però più simile a quello usato dal 1971 al 1985, anche in termini di lunghezza, rispetto alla versione ridotta (3.813 metri di lunghezza) impiegata nelle ultime cinque edizioni. La principale differenza con la pista originaria riguarda la chicane introdotta sulla «ligne droite du Mistral» per spezzare in due tronconi il lunghissimo rettilineo di 1.800 metri. Usato nelle ultime annate per i test dei nuovi pneumatici, è stato interamente riasfaltato lo scorso inverno. Con 5.842 metri è la terza pista più lunga del campionato, dopo Spa-Francorchamps e Baku. Si tratta di una pista molto tecnica, da medio carico aerodinamico con curvoni velocissimi come la Signes (curva 10) che viene affrontata in pieno e altre molto lente come la curva 15, in cui le monoposto scendono sotto i 90 km/h.

Gli orari
Venerdì 22 giugno
Ore 10:20: GP3 - Prove libere
Ore 12: F1 - Prove libere 1
Ore 13:55: F2 - Prove libere
Ore 16: F1 - Prove libere 2
Ore 17:55: F2 - Qualifiche
Ore 18:45: GP3 - Qualifiche

Sabato 23 giugno
Ore 11:25: GP3 - Gara-1
Ore 13: F1 - Prove libere 3
Ore 16: F1 - Qualifiche
Ore 17:45: F2 - Gara

Domenica 24 giugno
Ore 10:45: GP3 - Gara-2
Ore 11:55: F2 - Sprint race
Ore 16:10: F1 - Gara