19 settembre 2018
Aggiornato 11:30

Melandri porta la Ducati sul podio provvisorio: «Ottimista per la gara»

Mentre Jonathan Rea continua a dominare con la Kawasaki, Macio si piazza terzo e Chaz Davies sesto nella prima giornata di libere in Repubblica Ceca
Marco Melandri in sella alla Ducati nelle prove libere della Superbike a Brno
Marco Melandri in sella alla Ducati nelle prove libere della Superbike a Brno (Superbike)

BRNO – Il team Ducati è tornato oggi in pista a Brno, teatro del settimo appuntamento del campionato mondiale Superbike, per il consueto venerdì di prove libere. Marco Melandri e Chaz Davies, che circa un mese fa avevano effettuato dei test proprio sul tracciato della Repubblica Ceca, hanno trovato pista bagnata al mattino per poi potersi concentrare sull’affinamento dell'assetto in condizioni di asciutto nella seconda e terza sessione di prove libere, chiudendo rispettivamente in terza e sesta posizione, con distacchi contenuti sia dal punto di vista del giro singolo che soprattutto del passo gara.

Parlano i piloti
«È stata una giornata che ha richiesto molta concentrazione perché le condizioni della pista sono cambiate dalla mattina al pomeriggio, ed abbiamo trovato un’aderenza decisamente inferiore rispetto ai test – spiega Macio – Abbiamo dovuto studiare ed utilizzare assetti diversi, ma fortunatamente siamo riusciti a fare un buon lavoro e la squadra ha trovato un buon compromesso per farmi sentire abbastanza a mio agio in sella. Per la gara possiamo essere abbastanza ottimisti in qualsiasi condizione. Al momento Rea sembra avere qualcosa in più, ma sono molto determinato a chiudere il distacco». Aggiunge il gallese: «Dopo una prima sessione bagnata, abbiamo iniziato a lavorare sull'assetto da asciutto e sul passo gara. Abbiamo subito fatto registrare dei buoni tempi, poi ci siamo un po' bloccati e, su questa pista, forzare spesso peggiora la situazione. Quindi abbiamo subito iniziato a lavorare su alcune modifiche. Penso che ci stiamo gradualmente avvicinando al nostro obiettivo. In termini di passo siamo abbastanza competitivi, ma facciamo ancora fatica sul giro singolo. Comunque non siamo lontani, dobbiamo solo fare qualche piccolo miglioramento in vista di domani».

Il giovane domina tra gli Indipendenti
Michael Ruben Rinaldi, in pista con il Junior Team, ha poi chiuso con l’ottavo tempo assoluto e primo tra i piloti indipendenti nonostante un problema tecnico che lo ha costretto a terminare la sessione finale con dieci minuti di anticipo. Sia Melandri e Davies che Rinaldi hanno così guadagnato l’accesso diretto alla Superpole 2. «Tutto sommato è stata una giornata positiva, perché siamo stati competitivi sia in condizioni di bagnato che di asciutto – spiega il giovane italiano – Dobbiamo migliorare un po’ dal punto di vista del giro secco e del passo, ma siamo ottimisti nonostante le condizioni della pista nella prima sessione abbiano rallentato un po’ il nostro programma di lavoro. Domani il meteo resta un’incognita, quindi dovremo adattarci al meglio ma soprattutto evitare di commettere errori». La Superbike tornerà in pista sabato 9 giugno alle 8:45 locali per la quarta ed ultima sessione di prove libere in vista di Superpole e gara-1, con partenza fissata per le ore 13 locali.