13 novembre 2019
Aggiornato 14:00

Aprilia, Espargaro vicino alle prime dieci posizioni

Nella prima giornata di libere in casa al Mugello, il marchio di Noale può puntare sul promettente giro del pilota spagnolo, a soli quattro decimi dalla top 10

Aleix Espargaro in sella alla Aprilia durante le prove libere del GP del Mugello di MotoGP
Aleix Espargaro in sella alla Aprilia durante le prove libere del GP del Mugello di MotoGP

SCARPERIA – Sono andate in scena sullo spettacolare circuito toscano del Mugello le prime due sessioni di prova della MotoGP. Il risultato è una classifica combinata piuttosto compatta, nella quale sia Aleix sia Scott hanno migliorato i loro rilevamenti tra il mattino e il pomeriggio. Espargarò, protagonista di una scivolata nella parte finale della seconda sessione di prove libere, ha fatto segnare il suo miglior giro in 1:48.113, a 1.3 secondi dalla vetta e quattro decimi dalla provvisoria top 10. «Le prestazioni del nostro motore sono certamente migliorate rispetto all’anno passato e stamani ero abbastanza contento, non eravamo troppo lontani dai migliori – racconta lo spagnolo – Ma nel pomeriggio, col cambio di temperatura, ci è mancata potenza e ho sofferto molto in accelerazione. Ho cercato di rimediare rischiando di più in frenata, tanto da scivolare, ma dobbiamo migliorare per i turni di domani».

Gli interrogativi di Redding
Ha faticato con la scelta delle gomme e con la velocità in curva Scott Redding, autore di un miglior tempo di 1:48.458. «Oggi ho faticato, specialmente nella scelta della giusta combinazione di pneumatici – spiega l'inglese – Nel pomeriggio siamo riusciti a fare un piccolo passo in avanti, avevo più fiducia, ma rimane una certa difficoltà per quanto riguarda la velocità in curva. Su questo aspetto in particolare dovremo lavorare in vista di domani».