17 giugno 2019
Aggiornato 07:30
Formula 1 | Gran Premio di Montecarlo

Ferrari insegue la Red Bull, ma senza timori: «Possiamo fare meglio»

Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen chiudono rispettivamente al terzo e al quinto posto il giovedì di prove libere nel Principato: «In qualifica saremo vicini»

La Ferrari di Sebastian Vettel in pista durante le prove libere del GP di Montecarlo di F1
La Ferrari di Sebastian Vettel in pista durante le prove libere del GP di Montecarlo di F1 ( Ferrari )

MONTECARLO – Al termine delle due sessioni di prove libere, su una pista che è cambiata rapidamente mentre i tempi si abbassavano, Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen hanno registrato rispettivamente il terzo e quinto miglior tempo nel turno del pomeriggio, mentre la SF71H ha dimostrato di avere un buon passo durante la simulazione di gara.

Buon inizio
«Il primo giorno non è andato malissimo ed è stato un giovedì normale – ha detto Kimi – Il feeling con la macchina era abbastanza buono, ma è sempre difficile iniziare con questo circuito, sperimentando diverse cose. Rispetto agli altri posti guidare qui è un po’ più complicato; è facile fare errori con grosse conseguenze, mentre in un circuito normale tutto si risolverebbe in un’uscita nelle vie di fuga. Bisogna fare più attenzione e iniziare a spingere quando senti che tutto va per il meglio. Di certo ci sono cose da migliorare, ma siamo stati capaci di fare quanto ci eravamo pianificati e siamo riusciti a rimanere lontano dai guai. È difficile avere un quadro preciso; nel corso di molte prove libere abbiamo visto alcune macchine andare veloce di venerdì e poi in qualifica andava diversamente. Aspettiamo e vediamo quello che accadrà sabato».

Margine di miglioramento
Sebastian ha aggiunto: «Penso che oggi sia andata discretamente. A Monaco c’è sempre traffico e oggi abbiamo avuto anche la bandiera rossa, per cui c’è stato parecchio movimento. Non è così facile mettere tutto assieme in un giro qui. Non sono del tutto contento del secondo e dell’ultimo settore. Per cui credo che possiamo fare di meglio. Penso che abbiamo sfruttato al meglio gli pneumatici e sabato saremo vicini. Su questo circuito non si avverte più pressione di quanta ce ne sia in altre piste, ma penso che sia più divertente. La pista è difficile e non c’è spazio per gli errori, ma è molto piacevole. Qui ci pensi due volte prima di provare qualcosa. Comunque, ho un buon feeling con la macchina. Oggi ho avuto fiducia nella mia monoposto ed anche se talvolta scivolavo un po’, sapevo che non avrei toccato le barriere. Dobbiamo ancora migliorare, ma in generale è divertente guidare qui».