14 ottobre 2019
Aggiornato 00:00

Pasticcio al box di Raikkonen: ferito un meccanico Ferrari

Il semaforo gli aveva segnalato di ripartire prima del tempo: così Iceman ha travolto un uomo della squadra, che si è procurato una doppia frattura alla gamba

Francesco, meccanico di Kimi Raikkonen, steso a terra dopo essere stato travolto ai box in Bahrein
Francesco, meccanico di Kimi Raikkonen, steso a terra dopo essere stato travolto ai box in Bahrein ANSA

MANAMA – Sarebbe potuto salire anche lui sul podio insieme al suo compagno di squadra Sebastian Vettel, completando la festa Ferrari, anche se con una partenza non entusiasmante aveva perso una posizione a vantaggio della Mercedes di Valtteri Bottas. Invece, il clima nel box di Kimi Raikkonen si è trasformato improvvisamente da speranzoso in drammatico in occasione del suo pit stop, quando Iceman ha travolto inconsapevolmente uno dei suoi meccanici.

Indicazione sbagliata
L'uomo, che la squadra ha identificato semplicemente con il nome di Francesco, era l'incaricato di montare la nuova gomma posteriore sinistra sulla vettura del finlandese. Ma un problema alla rimozione del vecchio pneumatico aveva fatto sì che lui fosse rimasto ancora fermo nella sua posizione quando la macchina è ripartita. «Io scatto quando il semaforo diventa verde, e non vedo quello che accade dietro», si giustifica Kimi, e ha ragione. Non si è trattato di un suo errore, ma del sistema automatico che gli ha effettivamente dato il via libera, perché la gomma in questione era montata (anzi, non era mai stata smontata). Forse, in casi come questo, la vecchia segnalazione manuale con il cosiddetto lecca-lecca avrebbe funzionato meglio.

Il successo è per lui
Ma fatto sta: «Purtroppo si è fatto male – prosegue l'ex campione del mondo – Ma, sapete, il mio lavoro è quello di partire quando scatta il semaforo, a parte questo io non so niente. Spero solo che stia bene». Purtroppo qualche conseguenza fisica il meccanico l'ha riportata: una doppia frattura alla tibia e al perone. Subito soccorso dai paramedici in corsia dei box, è stato successivamente ricoverato al centro medico della pista. E Vettel, pochi minuti dopo, gli ha dedicato la sua vittoria. «Questa è la ragione per cui abbiamo mandato sul podio uno dei ragazzi della squadra – ha spiegato il team principal Maurizio Arrivabene ai microfoni di Sky Sport – Quello del podio non è un mio gesto, è il nostro gesto, della gente Ferrari». Al membro della squadra infortunato è arrivato anche il pensiero del presidente Sergio Marchionne: «Voglio augurare al nostro meccanico una pronta guarigione e di tornare presto in pista». La Federazione internazionale dell'automobile ha invece chiuso l'inchiesta sull'incidente comminando al Cavallino rampante una pesante multa da ben 50 mila euro.