18 novembre 2019
Aggiornato 04:30
Corsa dei campioni

Pensionato a chi? Coulthard corre... e vince ancora!

A 46 anni suonati, lontano dalla Formula 1 ormai da dieci, l'ex pilota di Williams, McLaren e Red Bull si aggiudica la sua seconda Corsa dei campioni a Riyad

David Coulthard
David Coulthard Red Bull

RIYAD – Avrà anche 46 anni suonati e si sarà pure ritirato dalla Formula 1 ormai da dieci, ma David Coulthard corre ancora, ed è ancora capace di vincere, eccome. È stato proprio lui, infatti, a vincere l'edizione 2018 della Corsa dei campioni, disputata sabato nello stadio internazionale Re Fahad a Riyad, la capitale dell'Arabia Saudita. In finale, l'ex pilota di F1 (vincitore di tredici Gran Premi con la Williams e la McLaren, prima di chiudere la carriera alla Red Bull) ha regolato l'ex campione del mondo rally Petter Solberg con un secco 2-0, battendolo sia al volante di una Nascar che di un buggy Vuhl 05.

La prima senza Seb
Lo scozzese ha conquistato il suo secondo trionfo in questa gara, dopo quello colto nel 2014 nelle Barbados, e ha concluso l'intera giornata imbattuto. Nelle eliminatorie si è infatti ritrovato a superare prima il campione della serie americana IndyCar, Ryan Hunter-Reay, poi il nove volte vincitore della 24 Ore di Le Mans, Tom Kristensen, a bordo di un pickup. Proprio lo stesso Kristensen aveva invece messo fuori gara il campione dei campioni in carica, il trionfatore della scorsa edizione Juan Pablo Montoya, anch'egli ex portacolori di Williams e McLaren in F1. La gara a squadre, che si è tenuta il giorno precedente, è stata invece vinta dalla coppia della nazionale tedesca, formata da Timo Bernhard e René Rast, entrambi alla prima apparizione in questa manifestazione: per la Germania si è trattato invece del successo numero otto, e in tutti i precedenti sette il suo portabandiera era stato Sebastian Vettel.