22 gennaio 2020
Aggiornato 23:30
Calcio

Milan-Jankto: la strategia rossonera

Il centrocampista ceco dell'Udinese resta un obiettivo milanista nonostante le difficoltà di fare mercato a gennaio

Jakub Jankto, centrocampista dell'Udinese e della Repubblica Ceca
Jakub Jankto, centrocampista dell'Udinese e della Repubblica Ceca ANSA

MILANO - Nella profonda crisi del Milan sembra non esserci spazio per il calciomercato, un po' perchè il popolo rossonero è impegnato a fare i conti con l'ennesima stagione disastrosa e un po' per gli interrogativi societari che rendono nebulosa la situazione del club milanese, bocciato anche dalla Uefa e a rischio sanzioni per il futuro. In tutto uesto caos c'è stato pure il cambio di allenatore ed un cambio di rotta al momento non ancora avvenuto, tant'è che il Milan resta ai margini della zona Uefa e con un'identità mai trovata finora.

Obiettivo friulano

Marco Fassone e Massimiliano Mirabelli, amministratore delegato e direttore sportivo milanista, impegnati a discutere con la proprietà cinese e con la Uefa per non incorrere in limitazioni economiche per gli anni a venire, hanno già fatto sapere che il Milan non si muoverà sul mercato in entrata a gennaio, limitandosi al massimo a qualche operazione in uscita (Gustavo Gomez, Paletta, Josè Mauri) e nulla più. Eppure il nome di Jakub Jankto, centrocampista offensivo dell'Udinese, resta sottolineato a tinte forti sul taccuino della dirigenza rossonera e rimane uno degli obiettivi principali per rinforzare l'organico di Gennaro Gattuso. Jankto, classe 1996, è uno dei talenti migliori della serie A, è già al secondo campionato in Friuli, lo scorso anno ha realizzato 5 reti e in questa stagione è già a quota 3, dimostrandosi preziosissimo in mezzo al campo e molto pericoloso in attacco.

Piano di acquisto

Fassone ha frequenti contatti con l'Udinese per rimanere in prima fila per il calciatore, nonostante la folta concorrenza estera (Arsenal e Lipsia su tutte) e l'impossibilità milanista di far mercato in inverno; il Milan conta sulla volontà del calciatore (interessato a trasferirsi a MIlano già in estate) e sui buoni rapporti con la famiglia Pozzo, nonchè su una ritrovata disponibilità economica la prossima estate, motivo per il quale i rossoneri sperano di tenere in caldola situazione per tutto gennaio, convincendo il club bianconero a non cedere Jankto ora per prelevarlo poi a giugno come primo acquisto del Milan 2018-2019. Dal canto suo, l'Udinese non ha fretta di cedere il calciatore, ma come da tradizione, è pronta a cedere i suoi gioielli al miglior offerente, al di là dei colori e delle promesse; la strategia del Milan, l'unica percorribile in questo momento, rischia il sorpasso al fotofinish, come per Zielinski un anno e mezzo fa, col polacco già diretto verso Milano e dirottato all'ultimo momento in direzione Napoli.