Calcio

Europa League: gli scommettitori dicono Milan, Seedorf non è d’accordo

Rossoneri favoriti nella corsa europea secondo gli allibratori, mentre meno fiducioso appare l’ex centrocampista

Clarence Seedorf, ex calciatore ed allenatore del Milan
Clarence Seedorf, ex calciatore ed allenatore del Milan (ANSA)

MILANO - Il rinnovato Milan della nuova proprietà cinese ha operato tanto sul mercato, acquistando 11 nuovi giocatori e candidandosi come possibile protagonista in campionato e in Europa dove, nella vecchia Coppa Uefa, è chiamato a recitare un ruolo primario dopo la rivoluzione estiva. Anche gli scommettitori sembrano dar credito alla formazione di Vincenzo Montella, posta come favorita per la vittoria finale del trofeo continentale, più dell’Arsenal, più dell’Everton, più dello Zenit San Pietroburgo. Milan favorito, dunque? Non per tutti, però, perché Clarence Seedorf, ex campione nonché allenatore rossonero, non sembra condividere il pronostico: «Io non penso che il Milan potrà vincere in Europa - afferma l’olandese - e penso sia difficile puntare così seccamente alla finale, più facile pensarci dopo i quarti di finale quando pesa anche la storia dei club; ma anche la strada per i quarti non è agevole. Il Milan deve pensare ad essere competitivo sul lungo periodo, quindi più in campionato che in coppa». Eppure, se Montella troverà in fretta la quadratura del cerchio, i rossoneri potranno dire la loro a prescindere dalla competizione, anche perché superare in campionato due squadre tra Juventus, Napoli, Inter, Roma e Lazio appare complicato, e vincere la Uefa garantirebbe comunque l’accesso immediato alla prossima Coppa dei Campioni, una ciambella di salvataggio tutt’altro che irrilevante.