21 aprile 2019
Aggiornato 12:00
Basket | Nazionale

Eurobasket 2017, Italia-Finlandia 70-57. Azzurri ai quarti

22 punti di Belinelli e una gran difesa trascinano alla vittoria la squadra di Messina, irresistibile nel primo tempo e capace di tenere duro nella ripresa. Mercoledì match con la vincente di Serbia-Ungheria.

L'Italia del basket non sbaglia, batte la Finlandia e vola ai quarti
L'Italia del basket non sbaglia, batte la Finlandia e vola ai quarti ( ANSA )

ISTANBUL - Missione compiuta. L'Italbasket di Ettore Messina supera la Finlandia 70-57 (30-17, 48-29, 58-42) e si qualifica per i quarti di finale di Eurobasket dove affronterà mercoledì 13 settembre la vincente di Serbia-Ungheria in programma domani alle 14.15. Primo tempo perfetto (+19) per gli azzurri, secondo da dimenticare con la Finlandia che riesce più volte a rientrare sotto la doppia cifra dopo che l'Italia aveva viaggiato sempre intorno ai venti punti di vantaggio.

GRAN DIFESA - Per gli azzurri 22 punti di Belinelli autore dello strappo che ha permesso all'Italia di viaggiare con un margine considerevole per gran parte della prima frazione e Datome 15 punti. Tra i finlandesi Markkanen non brilla, Koponen fa vedere i sorci verdi agli azzurri nel finale ma ci pensa Hackett nel momento più difficile (Italia solo a +9) con l'attacco azzurro definitivamente spentosi, a ricacciare dietro i finlandesi.

MESSINA SODDISFATTO - «E' stata una grande vittoria e siamo molto contenti. Siamo tra le prime otto d'Europa dopo un'estate complicata e cambi in corsa per scelta e per necessità». Ettore Messina commenta così il successo dell'Italbasket sulla Finlandia che la proietta ai quarti di finale degli Europei. «Se me lo avessero detto a Tolosa… Abbiamo fatto un ottimo primo tempo, poi nel secondo siamo calati. In partite secche a volte capita di avere il braccio corto e abbiamo sbagliato qualche tiro aperto. La squadra ha fatto un gran lavoro anche su Markkanen. Siamo dove sognavo di essere e adesso abbiamo tutta la serenità e il tempo per pensare ai quarti di finale, che a meno di sorprese giocheremo contro la Serbia. Intanto domani sarà un giorno di riposo, poi da lunedì metteremo la testa alla partita di mercoledì. A dire la verità mi sarebbe dispiaciuto non allenare ancora questi ragazzi per qualche giorno. E ho anche evitato il check-in all'aeroporto domani mattina alle 6».

GLI ALTRI QUARTI - Ai quarti già qualificate Slovenia (79-55 all'Ucraina), Germania (84-81 alla Francia). Questa sera Lituania-Grecia, domani Lettonia-Montenegro, Serbia-Ungheria, Spagna-Turchia e Croazia-Russia.