22 aprile 2019
Aggiornato 06:00
MotoGP

Valentino Rossi operato alla gamba: «Voglio tornare subito in moto»

Nella notte il Dottore è stato sottoposto all'intervento chirurgico sulla frattura scomposta alla tibia e al perone della gamba destra riportate per colpa della caduta durante un allenamento con la moto da enduro. Il fenomeno di Tavullia promette ai suoi tifosi un pronto ritorno alle corse

Valentino Rossi
Valentino Rossi ( Michelin )

ANCONA – Si è svolto nella notte, come previsto, l'intervento chirurgico sulla frattura scomposta alla tibia e al perone della gamba destra che Valentino Rossi ha riportato nella caduta di cui è stato vittima ieri sera mentre si allenava in sella ad una moto da enduro. Dopo essere stato ricoverato all'ospedale civile di Urbino, dove i medici hanno provveduto alle prime diagnosi, il Dottore è stato trasportato all'azienda ospedaliero-universitaria Ospedali riuniti di Ancona. Appena giunto sul posto, tra le due e le tre di notte, il primario di ortopedia e traumatologia, il dottor Raffaele Pascarella, ha provveduto a sottoporlo all'operazione. Le fratture sono state fisate con un chiodo metallico senza alcuna complicazione.

La grinta del Dottore
Lo stesso fenomeno di Tavullia, tramite l'ufficio stampa della Yamaha, ha voluto inviare un messaggio ai suoi tifosi per rassicurarli e per garantire loro un pronto ritorno in pista, anche se è difficile che il campione possa tornare in forma in tempo per il suo Gran Premio di casa a Misano, in programma tra una sola settimana. «L'operazione è andata bene – ha spiegato il nove volte iridato – Stamattina, quando mi sono svegliato, mi sentivo già meglio. Vorrei ringraziare lo staff degli Ospedali riuniti di Ancona, in particolare il dottor Pascarella che mi ha operato. Sono molto dispiaciuto per questo incidente, ora la mia intenzione è quella di tornare in moto il prima possibile e farò del mio meglio perché questo accada».