14 novembre 2019
Aggiornato 15:00

Il baby ferrarista Leclerc in Ungheria per mantenere il comando

Il pilota monegasco della Ferrari Driver Academy si presenta al via del weekend di gara di Budapest da leader indiscusso della categoria cadetta della F1: 67 i suoi punti di vantaggio in classifica. Più difficile la situazione del suo compagno di squadra in Prema, l'italiano Antonio Fuoco

BUDAPEST – Inizia dall’Hungaroring la seconda metà del campionato di Formula 2. Sulla pista ungherese, a pochi chilometri dalla capitale Budapest, il team Prema affronterà l’ultimo appuntamento di un trittico che ha visto team e piloti impegnati in tre round nell’arco di quattro settimane. Charles Leclerc si presenterà da leader indiscusso del campionato. Il debuttante monegasco della Ferrari Driver Academy ha lasciato il segno finora con sei pole e cinque vittorie nei sei eventi disputati, e dispone di un vantaggio di ben 67 punti sul più vicino inseguitore. Leclerc, così come tutto il team Prema, sono determinati a proseguire in questa prova di forza anche all’Hungaroring.

Sostegno a Fuoco
Ci sarà grande impegno anche per sostenere l’altro debuttante della Fda schierato quest’anno sotto le insegne Prema, Antonio Fuoco. Il pilota calabrese è deciso a prendersi una rivincita dopo la difficile esperienza di Silverstone in cui aveva faticato a trovare il giusto feeling con la vettura terminando fuori dai punti. Dalla squadra arriverà il massimo supporto con l’obiettivo di restare al vertice anche nella graduatoria team. «Ci schieriamo all’Hungaroring consapevoli delle nostre qualità, ma non siamo sicuramente intenzionati a prenderci delle pause o a sottovalutare i nostri avversari – dichiara il team principal René Rosin – In Formula 2 le situazioni possono cambiare molto velocemente e per noi l’obiettivo sarà quello di continuare col massimo impegno per restare davanti a tutti nelle due classifiche e, altrettanto importante, permettere anche ad Antonio di esprimersi al meglio».

Antonio Fuoco sulla sua monoposto del team Prema
Antonio Fuoco sulla sua monoposto del team Prema (F2/Latphoto)