11 luglio 2020
Aggiornato 03:30
MotoGP | Test Brno

Honda come Yamaha: anche Marquez prova un nuovo telaio

La casa di Tokyo interrompe le sue ferie estive per concedersi due giorni di collaudi sulla pista che ospiterà il prossimo Gran Premio della Repubblica Ceca. Al centro del programma, uno chassis che dovrebbe risolvere gli endemici problemi di accelerazione. Anche se Marc è scettico...

Marc Marquez ai box della Honda
Marc Marquez ai box della Honda Michelin

BRNO – Altro che mare, spiaggia, occhiali da sole e ombrelloni. Giunti appena a metà del mese di ferie estive concesso dalla MotoGP, per i due piloti ufficiali di casa Honda, Marc Marquez e Dani Pedrosa, e anche per il loro compagno di marca satellite Cal Crutchlow, è giunto già il momento di tornare in pista. Due giorni di prove private, oggi (lunedì) e domani (martedì), che li vedranno impegnati a Brno: e anche la scelta del luogo non è casuale, perché si tratta proprio del circuito che ospiterà il primo Gran Premio dopo la pausa. E quest'anno, con le imprevedibili gomme Michelin, abbiamo già visto quanto possa fare la differenza presentarsi alle prove del venerdì potendo contare già sui dati raccolti precedentemente nei test.

L'esempio della M1
Ma il punto più importante del programma della casa di Tokyo riguarda sicuramente il telaio. Già, perché anche se Marquez si ritrova in testa alla classifica mondiale, non si può certo dire che la sua moto sia apparsa impeccabile nella prima metà dell'annata. In particolare, si è ripresentato un problema ormai endemico per la RC213V: l'accelerazione, a cui Magic Marc ha dovuto spesso mettere una pezza prendendosi più rischi in frenata (e cascando per terra, infatti, ben dodici volte in mezza stagione). Così, alla ricerca di una soluzione, la Honda ha cercato di ripercorrere la stessa strada tracciata dalla rivale giapponese Yamaha già dopo Barcellona: mettere a disposizione dei suoi piloti un nuovo chassis.

Accoglienza fredda
Un aggiornamento tecnico verso il quale, ancora prima di provarlo in pista, il campione del mondo in carica si è dimostrato molto scettico: «La Honda ha lavorato su alcuni dettagli che potrebbero aiutarci, ma non faranno una grossa differenza – ha dichiarato Marquez solo qualche giorno fa a margine di un evento con uno sponsor – Proveremo un telaio a Brno insieme ad altre soluzioni. In ogni caso, organizzare un test durante la pausa estiva è sempre una buona idea per la moto e per il pilota, perché ti consente di non perdere il ritmo». Dunque, si accendano i motori.

Dani Pedrosa esce dal garage con la sua Honda
Dani Pedrosa esce dal garage con la sua Honda (Michelin)