3 aprile 2020
Aggiornato 22:00
Passi avanti sulla RS-GP dopo i test qui al Montmelò

Barcellona può regalare soddisfazioni alla Aprilia (e al pilota di casa Aleix Espargarò)

La casa di Noale si presenta al via del Gran Premio di Catalogna con la consapevolezza di poter cogliere un risultato importante. In particolare punta in alto lo spagnolo, al suo secondo appuntamento di casa, e che nelle ultime due gare ha visto sfortunatamente sfumare la zona punti

Aleix Espargaro in azione al Mugello
Aleix Espargaro in azione al Mugello

BARCELLONA – Il Mondiale MotoGP ritorna in Spagna, per la seconda tappa stagionale in terra iberica. Dopo Jerez è il turno di Barcellona, sul circuito di Catalogna, tracciato particolarmente impegnativo per moto e piloti. «Quella di Barcellona è una pista che generalmente non offre molto grip e questo, unito alla presenza di avvallamenti, è la difficoltà più importante da gestire nel weekend – spiega il responsabile corse dell'Aprilia, Romano Albesiano – Ci aspettiamo comunque una buona gara, i test fatti qui ci hanno permesso di fare dei tangibili passi avanti per quanto riguarda la ciclistica e la gestione del freno motore. Modifiche che hanno già dato buoni riscontri al Mugello». Gli fa eco il team manager Fausto Gresini: «Barcellona, dove abbiamo fatto un test dopo Le Mans, è per noi una gara molto importante. Abbiamo voglia di riscatto, su una pista dove la nostra moto può esprimere il suo potenziale. Aleix ci tiene sicuramente a fare bene nel suo weekend di gara dopo la delusione del Mugello, dove ha comunque dimostrato di essere veloce. Da Sam mi aspetto un passo avanti, ha mostrato dei segnali incoraggianti ma deve continuare a crescere».

Espargarò gioca in casa
Per la casa di Noale il GP di Catalogna rappresenta un altro esame importante. La RS-GP ha mostrato fino ad ora un livello di prestazioni incoraggiante, specialmente per quanto riguarda il passo gara. Solo una serie di circostanze ha impedito ad Aleix Espargarò di conquistare punti a Le Mans e Mugello ma, in entrambe le gare, la V4 italiana ha messo in luce un livello eccellente di performance. È una situazione che il pilota spagnolo vuole rettificare sfruttando anche le forti motivazioni fornite dal correre sulla pista di casa. «Dopo il Mugello sono motivato, non vedo l'ora di salire sulla RS-GP nella mia gara di casa – commenta lo spagnolo – La partenza anticipata ci ha fatto concludere il weekend senza il risultato che meritavamo, ed è un peccato. Il circuito di Barcellona mi piace molto e il test fatto qui è andato piuttosto bene, ripartiremo da quei dati per puntare ad un buon piazzamento nella top 8».

Lowes continua a crescere
Sam Lowes, che al Mugello ha ribadito miglioramenti già evidenziati nella gara francese mostrando un passo gara convincente, è sicuro di poter sfruttare a proprio favore la sessione di test svolta proprio sul circuito catalano qualche settimana fa. Sempre più a suo agio sulla RS-GP, il debuttante inglese vuole continuare nel suo costante percorso di crescita. «Abbiamo fatto un buon test qui a Barcellona poco tempo fa e non vedo l'ora di tornarci – conferma Lowes – Il Mugello, per quanto riguarda la mia fiducia in sella, è stato un weekend decisamente positivo. Sono felice di tornare in gara subito, voglio sfruttare il buon momento».

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal