31 maggio 2020
Aggiornato 05:30
Indicazioni rassicuranti dal personale sanitario

Superati gli esami di controllo: Valentino Rossi lascia l'ospedale di Rimini

I medici lo hanno dimesso escludendo complicazioni delle lievi lesioni al fegato e al rene provocate dal trauma al torace e all'addome in seguito alla caduta dalla moto da cross di cui è stato vittima ieri. Sembra avvicinarsi l'obiettivo di correre il prossimo Gran Premio al Mugello

Valentino Rossi
Valentino Rossi Michelin

RIMINI – Ha lasciato l'ospedale Infermi di Rimini già verso le ore 17, Valentino Rossi. Appena mezz'ora dopo gli ultimi esami di controllo, che hanno dato esito negativo: in pratica, i medici hanno escluso ogni complicazione di quelle lievi lesioni al fegato e al rene, causate dal trauma al torace e all'addome riportato ieri a causa della rovinosa caduta dalla moto da cross con cui si stava allenando sulla pista di Cavallara, nel pesarese. Per questo il personale sanitario lo ha subito dimesso dal nosocomio, senza bisogno di ulteriori accertamenti.

Ora rotta sul Mugello
Del resto, lo aveva anticipato già il suo migliore amico Alessio Uccio Salucci, accorso per stargli vicino anche nel reparto rianimazione, dove era stato ricoverato: «L'umore è alto e lui è fantastico: è già lì che punta e spinge per tornare a casa e per pensare alla prossima settimana». Il primo obiettivo, quello del pronto ritorno a casa, è già stato centrato. Sul secondo, la partecipazione al Gran Premio d'Italia al Mugello, quello di casa, il più importante dell'anno, che ha vinto già per ben nove volte in carriera, si attendono ancora comunicazioni. Ma i medici, già in queste ore, gli hanno dato un primo via libera a risalire in moto e anche i risultati rassicuranti delle visite a cui è stato sottoposto sembrano avvicinarlo decisamente di più alla griglia di partenza. Per fortuna.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal