7 dicembre 2019
Aggiornato 13:00

Milan: Musacchio non piace ai tifosi, ma si poteva davvero trovare di meglio?

L’arrivo del difensore argentino del Villarreal non ha solleticato più di tanto la fantasia dei sostenitori rossoneri, anche se, scandagliando il mercato, le alternative non sembrano (sembravano) così allettanti

Mateo Musacchio, difensore argentino del Villarreal ormai prossimo a passare al Milan
Mateo Musacchio, difensore argentino del Villarreal ormai prossimo a passare al Milan ANSA

MILANO - Mateo Musacchio è ufficiosamente il primo acquisto del nuovo Milan cinese e presto l’affare acquisirà anche i crismi dell’ufficialità. Sostenute le visite mediche, infatti, il difensore argentino proveniente dal Villarreal firmerà il contratto che lo legherà ai rossoneri per i prossimi 4 anni. Una scelta che, però, non sembra accendere la fantasia dei tifosi milanisti, abbastanza indifferenti e contrariati all’annuncio dell’arrivo del sudamericano che andrà a formare con Romagnoli la coppia di difensori centrali del Milan 2017-2018. Musacchio è considerato non giovanissimo (classe 1990), reduce da una stagione in chiaroscuro in Spagna e mai realmente considerato dalla nazionale argentina, pur non dovendo sgomitare con alternative particolarmente rilevanti.

Scelte migliori?

Ma il Milan avrebbe potuto trovare di meglio in giro per l’Europa? Le alternative non mancavano, effettivamente, però nessuna di queste appariva come superiore a quella di Musacchio. C’era il laziale De Vrij, ad esempio, sulla carta certamente più bravo di Musacchio, ma delicato e fragile a livello fisico, spesso costretto a saltare il 30% delle partite stagionali, oltre che molto costoso, così come i romanisti Manolas e Rudiger, valutati almeno 35 milioni di euro, più o meno il doppio di quanto il Milan ha pagato Musacchio; impossibile, poi, arrivare ai giovani Caldara e Rugani, il primo prenotato da mesi dalla Juventus, il secondo già nell’organico bianconero e ritenuto incedibile dal club campione d’Italia. Più facile era la pista legata a Gonzalo Rodriguez, capitano della Fiorentina in scadenza di contratto, ma obiettivamente apparso in evidente calo fisico in una stagione che lo ha visto spesso protagonista in negativo con la compagine gigliata. Incedibili più o meno tutti gli altri difensori di alto livello, incedibili o inaccessibili per le casse milaniste, rimpinguate sì dai fondi cinesi, ma pur sempre limitate rispetto alle spese pazze inglesi o spagnole. Ecco perché, a conti fatti, il nome di Musacchio appare uno dei migliori su piazza; se poi il nuovo Milan sarà equilibrato ed organizzato, la coppia formata dall’argentino e da Romagnoli potrà rendere anche molto più del mero valore tecnico.