Basket | Playoff NBA

Memphis risorge. Golden State inarrestabile

Battuti gli Spurs. Golden State è inarrestabile a Portland: rimonta e 3-0 senza Kerr e Durant. Lillard e McCollum segnano 63 punti. Golden State rimonta 16 punti in 4 minuti e vince 119-113 nonostante le assenze di Steve Kerr e Kevin Durant.

I Memphis Grizzlies vincono 110-108 all'overtime grazie al canestro di Marc Gasol a 0.7 secondi dalla sirena.
I Memphis Grizzlies vincono 110-108 all'overtime grazie al canestro di Marc Gasol a 0.7 secondi dalla sirena. (ANSA)

NEW YORK - Nella partita più bella di questa prima settimana di playoff, i Memphis Grizzlies vincono 110-108 all'overtime grazie al canestro di Marc Gasol a 0.7 secondi dalla sirena, che rende vana la rimonta Spurs guidata dai 43 punti di Kawhi Leonard. Dopo la vittoria in gara-3 infatti, i padroni di casa erano chiamata a un'altra prova di forza; un'evenienza che il +10 Spurs sul finire del primo quarto sembrava già aver allontanato. Ora la serie è sul 2-2. Golden State è inarrestabile a Portland. Lillard e McCollum segnano 63 punti. Golden State rimonta 16 punti in 4 minuti e vince 119-113 nonostante le assenze di Steve Kerr e Kevin Durant. Golden state avanti 3-0 nella serie.

Boston risorge ed espugna Chicago, ok Oklahoma
Boston risorge ed espugna Chicago 104-87. Ora i Celtics sono sotto 2-1 nella serie dopo aver perso le prime due in casa. Boston ha vinto perché è tornata una squadra: 34 assist, un gioco arioso, un passaggio in più sempre preferito ad un tiro forzato. Per Boston Horford 18 punti, Thomas 16. In casa Chicago 18 di Wade. I Bulls sono avanti 2-1, ma senza Rajon Rondo, k.o. per una frattura al pollice destro, non sono la stessa cosa. Harden sbaglia il tiro per vincere la partita per i Rockets e i Thunder tengono duro grazie alla seconda tripla doppia in fila di Russell Westbrook e vincono 115-113 dimezzando lo svantaggio e portandosi 2-1 nella serie in favore di Houston. La stella dei Rockets aveva infatti pareggiato sul 111-pari a 52 secondi dalla fine suggellando un parziale di 15-5 dei suoi ma nell'ultimo possesso, nonostante 44 punti all'attivo ha fallito la tripla decisiva. I Los Angeles Clippers espugnano Salt Lake City 111-106 con 34 punti di Paul. Non bastano ai padroni di casa i 40 di Hayward. Ora i californiani sono 2-1 nella serie contro Utah.