Calcio - Serie A

Montella: «Incontrerò la nuova dirigenza, per ora penso all’Inter»

Visibilmente emozionato, l’allenatore del Milan ha reso omaggio al gran lavoro della vecchia proprietà ringraziando Berlusconi e Galliani per l’opportunità avuta di allenare i rossoneri. Ma adesso è tempo di pensare al futuro: «Incontrerò la nuova proprietà e troveremo le soluzioni per rendere il Milan glorioso come in passato».

L'allenatore del Milan Vincenzo Montella
L'allenatore del Milan Vincenzo Montella (ANSA)

MILANO - «Se permettete questa volta vorrei iniziare io». L’approccio di Vincenzo Montella, nell’inconsueta conferenza stampa pre-partita fissata al giovedì per i ben noti problemi di concomitanza con la presentazione della nuova proprietà cinese, lascia subito intendere che oggi non è un giorno come un altro. Nè per lui, nè per tutti quelli che hanno il Milan nel cuore.

«Sono molto emozionato, oggi è una giornata epocale - continua mister Montella -. Sono stato informato di questo cambio di proprietà dal dottor Galliani e dal dottor Fassone e ci tenevo a fare i ringraziamenti allo stesso dottor Galliani e al dottor Berlusconi per l’opportunità che mi è stata offerta di allenare il Milan».

Il lavoro più difficile

«Credo di essere entrato in piccola parte nella storia del Milan insieme ai calciatori con il trofeo conquistato. In questi mesi, tra i principali compiti del mio lavoro, uno dei più complicati è stato quello di separare la parte del campo da quella societaria e penso, grazie a tutti quelli che mi sono stati accanto, di essere riuscito nell'intento. Se avessi potuto scegliere io il momento migliore per questo passaggio di proprietà avrei scelto proprio il derby oppure la partita con la Juventus».

A proposito di derby

A proposito di derby, come sta la squadra alla vigilia di un appuntamento che potrebbe risultare decisivo per la corsa all’Europa? «Vero, una vittoria aumenterebbe percentualmente le nostre possibilità ma sicuramente non chiuderebbe il discorso qualificazione. Di fronte abbiamo una squadra che dispone di grandissimi calciatori. La partita si giocherà moltissimo a livello emozionale. Non dobbiamo approcciare alla partita con paura, dobbiamo giocare liberi e per la vittoria. Per allontanare ancora di più l'Inter. Sicuramente sarà una partita molto simile a quella dell'andata, agonisticamente di livello molto alta, così come a livello qualitativo».

E sul futuro…

E per quanto riguarda il futuro di Montella? «È semplicissimo, io ho un contratto con il Milan e sono contento di allenare questa squadra. In questa fase di transizione ci sono stati rumours  sul mio conto, ma io devo solo parlare con le persone. Nei prossimi giorni incontrerò sicuramente il nuovo management e la nuova proprietà e insieme sono certo che troveremo le soluzioni per rendere il Milan glorioso come in passato».