27 giugno 2019
Aggiornato 04:30

Montella: «Voglio un Milan addolorato e rabbioso»

Parole importanti quelle dell’allenatore rossonero alla vigilia della delicatissima trasferta di Bologna: Siamo in linea con i nostri obiettivi, ma queste tre sconfitte ci obbligano ad una reazione d’orgoglio».

MILANO - Siamo alla svolta della stagione. Quante volte abbiamo letto o usato una frase del genere per caratterizzare un momento topico. Stavolta però in casa Milan mai parole furono più azzeccate, perchè le tre batoste consecutive subite in campionato necessitano di una reazione d’orgoglio, altrimenti la zona Europa rischia di restare un miraggio. Mister Montella ne è consapevole e alla vigilia della trasferta di Bologna richiama all’ordine i suoi ragazzi: «Dobbiamo essere rabbiosi e addolorati per queste tre sconfitte, dobbiamo tirare fuori l’orgoglio. Spero che il Milan abbia più spirito di rivalsa, il Bologna a parte l'ultima partita ha dimostrato di essere equilibrata e avere una fase difensiva tra le prime dieci. Non posso pensare di rapportarmi solo all'ultima disastrosa partita contro il Napoli, quella di Donadoni è una squadra che ha delle idee».

In linea con gli obiettivi

Nel complesso è un Montella soddisfatto, in disaccordo con chi lo accusa di aver smarrito il polso della squadra: «Il mio percorso al Milan credo sia partito dal riconquistare i tifosi, in accordo con la società, creare una mentalità che assomigliasse molto alla storia rossonera vincente, arrivare sicuramente in Europa, magari provare a fare un miracolo sportivo nella Supercoppa di Doha e far crescere dei giovani molto interessanti attraverso un metodo di gioco. Siamo perfettamente in linea con i nostri obiettivi. La squadra sta crescendo molto in mentalità e questo mi fa stare tranquillo».

Problema attacco

Esiste però indubbiamente un problema attacco. Appena tre gol segnati nelle ultime sette partite rappresentano un bottino del tutto inadeguato rispetto alle ambizioni del Milan e Vincenzo Montella cerca spiegazioni: «Dobbiamo migliorare nell'ultimo passaggio, nell'ultima scelta. La squadra propone e crea occasioni, dobbiamo assolutamente lavorare sulla finalizzazione».

Le scuse di Bacca

Ultimo riferimento agli uomini copertina della scorsa domenica, in positivo e i negativo, Delofeu e Bacca: «Gerard ha delle qualità evidenti, deve crescere in continuità durante la partita e deve essere più risolutivo. Può fare molto meglio e son convinto che farà molto meglio. Per quanto riguarda il colombiano è bello che abbia riconosciuto di aver sbagliato. Ha fatto indubbiamente errore. Comunque non abbiamo bisogno di ricompattarci, perchè siamo una squadra molto compatta. Abbiamo solo bisogno di vincere e domani avremo un'occasione molto importante».