9 dicembre 2019
Aggiornato 13:00

Giallo Ferrari: «La nuova monoposto dedicata a Jules Bianchi». O no?

Uno sponsor anticipa sul suo profilo ufficiale di Twitter: la prossima Rossa di Formula 1 sarà marchiata SF17-JB, con il numero di gara e le iniziali dello sfortunato giovane pilota francese scomparso nel 2015. Poi però ritratta

ROMA – A lanciare l'anteprima, in questo caso, non è stata un'indiscrezione giornalistica, ma una fonte ufficiale: il profilo ufficiale su Twitter della banca Santander, sponsor della Ferrari. È stata proprio una delle aziende partner della Rossa di Maranello a rivelare il (presunto) nome della monoposto che correrà in questa stagione: «La nuova Ferrari si chiamerà SF17-JB», è apparso ieri pomeriggio in un post pubblicato dall'azienda. 17 come il 2017, la stagione che sta per cominciare, ma anche come il numero di gara che utilizzava Jules Bianchi, il pilota a cui sarebbero dedicate le successive iniziali. Ovvero lo sfortunato giovane francese che fu membro della Ferrari Driver Academy, il vivaio del Cavallino rampante, e pilota titolare della Marussia nel 2014. Fino a quel terribile incidente nel corso del Gran Premio del Giappone che lo mandò in coma per oltre nove mesi e infine ne causò la morte un anno più tardi. Il marchio con cui è identificata la nuova creatura della Scuderia sarebbe dunque un bell'omaggio a quel potenziale ferrarista del futuro che non lo è mai diventato, arrivato peraltro pochi giorni dopo che la sua città natale di Nizza gli ha dedicato una strada nel corso di una toccante cerimonia.

Jules Bianchi
Jules Bianchi (Ferrari)

Mistero attorno al nome
Peccato che, al momento, a parte la conferma di Santander non ci sarebbero altre indicazioni che la Ferrari abbia in effetti già deciso il nome ufficiale della sua nuova vettura. Contattato dalla Gazzetta dello sport, il portavoce della squadra ha smentito che SF16-JB sia effettivamente il marchio prescelto per l'auto in questione. Tanto che lo stesso sponsor, poche ore dopo, è stato costretto a innestare la retromarcia, pubblicando sul suo stesso profilo Twitter una clamorosa smentita: «Siamo andati troppo veloce! Il nome della Ferrari per il 2017 non è ancora ufficiale. Ci dispiace, ma dovremo aspettare». Probabilmente, dunque, toccherà a tutti attendere il prossimo 24 febbraio, data prescelta per la presentazione della monoposto, per conoscere con quale sigla sarà effettivamente battezzata. Peccato solo per i tanti tifosi che ancora oggi ricordano con affetto il giovane talento transalpino, che per qualche minuto hanno potuto sperare in un bell'omaggio alla sua memoria da parte della casa che tanto aveva fatto per lanciarlo nel mondo delle corse.