27 febbraio 2021
Aggiornato 20:00
Ottimismo dopo le prove libere in Italia

Il super motore spinge la Ferrari: «Un bel passo avanti»

Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen tallonano le Mercedes e stanno davanti alle Red Bull nel venerdì del Gran Premio di casa a Monza. Merito anche del nuovo propulsore: «Si sta comportando bene, è un miglioramento»

SILVERSTONE«Anche se il venerdì non è il giorno più importante è interessante aver mostrato una velocità discreta». È un Sebastian Vettel carico ed ottimista quello che parla al termine della giornata di prove libere del Gran Premio d'Italia, chiuse al terzo posto a quattro decimi dal leader Lewis Hamilton. «C'è da migliorare perché la vettura ha più potenzialità di quello che abbiamo espresso in realtà – continua Vettel – Le sensazioni sono buone ma dobbiamo dimostrarlo in ogni curva. La prima impressione è comunque positiva». Infine, il tedesco della Ferrari parla anche del motore: «È nuovo e si sta comportando bene, sta facendo quello che ci aspettavamo. Ad ogni modo al venerdì si provano cose diverse, domani e domenica vedremo».

Problemi di gomme per Raikkonen
«Con il nuovo motore c'è stato un buon passo in avanti: quindi nel complesso non è andata tanto male». Kimi Raikkonen analizza così la prima giornata di prove libere del Gran Premio d'Italia, in programma domenica sul circuito di Monza. Il finlandese della Ferrari ha chiuso con il quarto tempo a sei decimi dalla Mercedes, anche se ha dovuto concludere anticipatamente la sua sessione pomeridiana dopo 28 giri per un problema: «La prima parte è stata abbastanza buona mentre nella seconda sessione di libere abbiamo pasticciato un po' di più con le gomme. Dopo mi sono dovuto fermare per un problema con le gomme bianche, un piccolo taglio che ha rovinato la mia simulazione di gara. A parte questo abbiamo lavorato abbastanza bene, vedremo domani cosa riusciremo a fare in qualifica». Per Raikkonen il nuovo motore ha dato segnali incoraggianti: «È un buon passo in avanti, non mettiamo cose in macchina da cui non ci aspettiamo miglioramenti. Sono cose piccole ma la direzione è giusta».

(Fonte: Askanews)