26 ottobre 2020
Aggiornato 13:30
Si accendono i motori a Sochi

Vettel non ha timori: «I risultati arriveranno»

Il ferrarista tedesco alla vigilia del Gran Premio di Russia: «Anche se non siamo partiti bene la macchina risponde bene». Il suo compagno di squadra Raikkonen: «Stagione difficile ma dobbiamo continuare a fare progressi»

SOCHI«Anche se le prime tre gare della stagione non sono andate come ci aspettavamo, penso che siamo in una posizione migliore rispetto allo scorso campionato». È un Sebastian Vettel che guarda il bicchiere mezzo pieno quello che parla a margine della conferenza stampa del giovedì del Gran Premio di Sochi, in Russia. «La pressione è naturale sentirla – continua il pilota tedesco – In alcuni Gran Premi so di aver fatto il massimo, in altri invece non sono stato contento di quel che avevo fatto, ma ormai è andata così». Il pilota tedesco della Ferrari non nasconde che dopo il buon campionato dell'anno scorso, ha alzato l'asticella: «Di solito, se una squadra conclude una stagione con il secondo posto in campionato, l'anno dopo vuole essere al primo posto. Abbiamo già detto molte volte di essere contenti della macchina, di essere sulla strada giusta. Non siamo certo preoccupati. Se riusciamo a mettere tutto assieme, i risultati arriveranno. Lavoriamo molto cercando di migliorare la macchina. La gara è domenica ma non puntiamo a lavorare bene già dal venerdì e poi vedere come precede il weekend. Onestamente io penso a come 'sento' la macchina e le sensazioni sono buone. Guardiamo a noi stessi senza pensare troppo gli altri», conclude Vettel.

Lontani dai guai
«Anche se nelle prime gare abbiamo sofferto un po', dopo siamo migliorati e ne siamo venuti fuori con qualche buon punto. È ovvio che il nostro obiettivo è quello di migliorare sempre e avere un fine settimana senza intoppi». A parlare è il pilota della Ferrari Kimi Raikkonen, alla vigilia del weekend di Sochi, in Russia. Il finlandese, anche se ottimista, non nasconde che c'è ancora da lavorare soprattutto sull'assetto della vettura: «La stagione è difficile ma noi dobbiamo continuare a fare progressi. C'è del lavoro da fare e cose da migliorare anche se il pacchetto che abbiamo è buono e può darci tante soddisfazioni nei weekend di gara. Ci sono piccoli dettagli che possono fare una grande differenza sul risultato complessivo, dobbiamo cercare di ottenere il massimo da questi. Migliorare nelle aree in cui non siamo troppo soddisfatti, sia nei dettagli sia nella guida». Per quanto riguarda la pista di Sochi il finlandese è preoccupato soprattutto per gomme che faticano ad entrare in temperatura: «Questo tracciato è bello, anche se negli ultimi anni gareggiare qui non è stato semplicissimo a causa delle gomme che faticavano ad andare in temperatura, soprattutto nei giri brevi. L'anno scorso il meteo è stato poco clemente, questo fine settimana probabilmente per la prima volta avremo sempre bel tempo. Speriamo di fare bene in prova, ma fare giri veloci non è mai semplice, quindi intanto vediamo come andrà domani».

(Fonte: Askanews)