30 settembre 2020
Aggiornato 02:30
Calcio

Orlandini sul Milan: “Inaccettabile cambiare ogni anno il tecnico”

L’ex calciatore rossonero valuta negativamente l’ipotesi di un nuovo avvicendamento sulla panchina milanista a fine stagione

MILANO - Pierluigi Orlandini, un gol con la maglia del Milan nella stagione 1999-2000, ha parlato a poco più di una settimana da Atalanta-Milan, peraltro sfida fra due delle sue ex squadre, soffermandosi in particolar modo sulla situazione dei rossoneri e del loro tecnico Sinisa Mihajlovic, sempre sull’orlo del burrone dopo gli ultimi risultati non confortanti: «La rosa del Milan non è all’altezza delle prime - sostiene l’ex centrocampista - e Mihajlovic sta facendo sin troppo con i calciatori che ha a disposizione, è un tecnico carismatico ed ha il merito di aver fatto scelte coraggiose come quella di lanciare un minorenne come Donnarumma, azzardo che sta pagando e di cui il Milan dovrà ringraziare a vita il serbo. Io troverei assurdo un esonero di Mihajlovic a fine stagione, è inaccettabile cambiare ogni anno e ricominciare sempre da capo, ci vuole un progetto a lungo termine, specialmente se i giocatori non sono di primissimo piano». Affidare le sorti del tecnico alla sola finale di Coppa Italia contro la Juventus, poi, è l’anticamera del licenziamento, poiché al Milan attuale per battere i bianconeri di Allegri servirebbe un  miracolo.