26 giugno 2019
Aggiornato 20:30

Pellegatti: “Mihajlovic merita un’altra possibilità”

Il giornalista di Mediaset, noto tifoso milanista, esprime la sua volontà di confermare il tecnico serbo sulla panchina del Milan anche nella prossima stagione

MILANO - Non sembrano bastare una finale di Coppa Italia riconquistata dopo tredici anni e un andamento in campionato in linea con il valore della rosa: Sinisa Mihajlovic rischia fortemente di non rimanere sulla panchina del Milan anche il prossimo anno, destabilizzato dal presidente Berlusconi che pretende dal serbo gioco scintillante (ma con quali giocatori?) e risultati impossibili (terzo posto). Mihajlovic, peraltro orgoglioso e poco propenso a dire sempre di sì, non sopporterà a lungo ulteriori rimbrotti presidenziali e a giugno probabilmente abbandonerà la sgangherata nave rossonera. Nessuno è d’accordo con l’ennesimo cambio in panchina, a parte Berlusconi, nessuno ritiene corretto e saggio il quarto avvicendamento in una squadra che non ha margini di miglioramento poiché di base mediocre. Carlo Pellegatti, giornalista della redazione sportiva di Mediaset e noto tifoso milanista, si schiera dalla parte di Mihajlovic: «Premesso che a decidere è sempre il presidente Berlusconi - afferma il cronista - a mio avviso Mihajlovic merita una seconda possibilità, ha iniziato un lavoro la scorsa estate ed è giusto che lo porti a termine». A Berlusconi non piace come Mihajlovic fa giocare le sue squadre, eppure le partite della Sampdoria le aveva viste prima di assumere il tecnico di Vukovar. Berlusconi vuole che il suo Milan sia padrone del gioco e del campo, ma in questo Milan chi ha simili caratteristiche? Nessuno. Domande a cui il presidente non risponde se non con continui ed inutili cambi di allenatore: giugno 2016, via Mihajlovic e dentro un altro, ma senza cambiare il resto, i risultati resteranno mediocri.