25 giugno 2019
Aggiornato 08:00
Basket NBA

Gallinari «illumina» Denver, Warriors sempre più da record

Golden State infila la ventiquattresima perla ma per farlo, a Boston, ha bisogno di ben due supplementari. Stephen Curry segna 38 punti nonostante una serata non soddisfacente nelle percentuali di tiro, aggiungendo 11 rimbalzi ed 8 assist.

NEW YORK - Golden State infila la ventiquattresima perla ma per farlo, a Boston, ha bisogno di ben due supplementari. Stephen Curry segna 38 punti nonostante una serata non soddisfacente nelle percentuali di tiro, aggiungendo 11 rimbalzi ed 8 assist. Considerando anche le quattro vittorie della scorsa regular season, i Warriors eguagliano le 28 dei Miami Heat 2012/2013 ed inseguono le 33 dei Lakers 1971/1972. Ellis guida gli Indiana Pacers con 24 punti nella vittoria su Miami. Cleveland supera Orlando con 25 punti di LeBron James. Toronto si affida a Demar Rozan per superare Milwaukee. Decisivi anche i suoi 27 punti. Charlotte asfalta Memphis con 33 di Kemba Walker e 20 di Nicolas Batum.

Vince all'overtime anche Denver su Minnesota
Decisiva una tripla di Gallinari che mette a segno 23 punti, 9 dei quali nell'overtime del quale è stato un autentico protagonista. Nel tour d'addio di Kobe Bryant un'altra sconfitta, questa volta a San Antonio dove gli Spurs si affidano a LaMarcus Aldridge con 24 punti. Infine le cinque triple di C.J.McCollum decisive per i 26 punti messi a sego nella vittoria su Phoenix.

Questi i risultati della notte Nba:
Indiana Pacers-Miami Heat 96-83
Orlando Magic-Cleveland Cavaliers 76-111
Philadelphia 76ers-Detroit Pistons 95-107
Boston Celtics-Golden State Warriors 119-124
Toronto Raptors-Milwaukee Bucks 90-83
Memphis Grizzlies-Charlotte Hornets 99-123
New Orleans Pelicans-Washington Wizards 107-105
Denver Nuggets-Minnesota Timberwolves 111-108
Utah Jazz-Oklahoma City Thunder 90-94
San Antonio Spurs-L.A. Lakers 109-87
Phoenix Suns-Portland Trail Blazers 96-106