20 novembre 2019
Aggiornato 02:00

Vettel: «Con il nuovo motore... vado al massimo»

Sulla SF15-T ha esordito il propulsore più potente: le prime indicazioni sono state ottimistiche, pioggia permettendo. Il tedesco è secondo, Raikkonen terzo: «Ma più che i tempi, contano le nostre sensazioni positive»

MONTREAL – Il nuovo motore funziona a meraviglia. Sono indicazioni decisamente incoraggianti quelle che Sebastian Vettel riporta ai tecnici della Ferrari dopo il venerdì di prove libere del Gran Premio del Canada. Non solo, al contrario di quanto si sussurrava nel paddock stamattina, la rossa ha spinto a tutta potenza la versione aggiornata del suo propulsore fin dal primo metro, ma nel pomeriggio, prima del diluvio, ha girato con tempi molto vicini a quelli di Lewis Hamilton nella simulazione di gara con gomme supersoft. «Non ci siamo risparmiati, siamo andati al massimo da subito – ha rivelato il tedesco, che al termine del turno ha chiuso a sette decimi dalla Mercedes – Ovviamente il tempo è prezioso e si cerca di raccogliere più informazioni possibili in breve. Tutto ha funzionato come previsto».

Buon esordio per il motore
Il suo secondo posto e il terzo del suo compagno di squadra Kimi Raikkonen testimoniano un indubbio passo avanti da parte del Cavallino rampante. «Le novità sembrano funzionare e questo è importante – sostiene il teutonico – Stamattina abbiamo preparato la gara, oggi pomeriggio più o meno abbiamo potuto compiere un solo run. I tempi sul giro non sono stati così significativi, conta di più la sensazione in vettura. Mi sentivo a posto e spero che questo significhi che saremo in buona forma». Non va dimenticato, però, che la vera protagonista della giornata di prove libere a Montreal è stata la pioggia. Che non solo ha ridotto il tempo a disposizione della Ferrari per mettere alla frusta il suo nuovo motore, ma probabilmente ha anche nascosto parte del potenziale della Mercedes. «Sono veloci, lo sappiamo, saremmo sorpresi del contrario – dichiara Vettel, riportando la Scuderia con i piedi per terra – Oggi abbiamo tutti dovuto lavorare in fretta e perciò non è così chiaro con quanta benzina abbia girato ciascuna squadra. Dobbiamo aspettare, essere cauti: penso che possiamo ancora migliorare».

Il parere del tecnico
Le stesse speranze e la stessa cautela emergono dalle parole del direttore tecnico James Allison: «Spero che le novità introdotte questo weekend sulla SF15-T, a partire dal motore, ci rendano più competitivi in qualifica e in gara – ha commentato – Abbiamo cercato di rendere la vettura più veloce, e spero che sarà forte e affidabile. Difficile valutare il passo gara da quanto abbiamo visto oggi. Normalmente seguiamo sempre lo stesso programma standard in tutti i Gran Premi, ma quando il meteo cambia bisogna rivoluzionare tutto lo schema, e questo rende molto difficile esprimere giudizi. Da parte nostra pensiamo di aver fatto bene. Ma la Mercedes non si nasconde certo dietro a un cespuglio...».