31 maggio 2020
Aggiornato 19:00
Calcio | Milan

Sconcerti: «L’esonero di Inzaghi non risolleverebbe il Milan»

L'esperto giornalista di Sky Sport si schiera contro l’eventuale cambio di panchina in casa milanista: «Il Milan sta dando quello che ha».

MILANO - C’è anche il nome di Mario Sconcerti, noto giornalista e scrittore, nella lista dei contrari all’esonero di Filippo Inzaghi, per il momento scongiurato ma sempre dietro l’angolo. «Il Milan sta dando quello che ha - ha detto Sconcerti - né più e né meno rispetto alle sue possibilità. E’ una squadra a cui si fa gol molto facilmente, non ha qualità e fantasia in mezzo al campo ed ha calciatori bravi in attacco così come li hanno anche le altre squadre che però stanno messe meglio dei rossoneri negli altri reparti. Un eventuale cambio di panchina cambierebbe poco, voglio dire, con Brocchi o Tassotti (o con tutti e due) al posto di Inzaghi, il Milan non arriverebbe di certo al terzo posto, quindi la troverei una scelta inutile a questo punto del campionato; il Milan è questo e sta andando di pari passo con la qualità della rosa. Se poi qualcuno si aspettava che questo Milan potesse lottare per vincere lo scudetto, allora è normale che ora sia deluso, ma francamente l’obiettivo massimo del Milan poteva essere la qualificazione alla Coppa Uefa, per le posizioni più prestigiose ci sono formazioni più attrezzate».

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal