25 gennaio 2022
Aggiornato 09:00
Superbike | La leggenda australiana confermata per il secondo GP

La Ducati ha deciso: in Thailandia correrà ancora Bayliss

Il 46enne sostituirà di nuovo l'infortunato Davide Giugliano, con la speranza di migliorare i magri risultati ottenuti al rientro dopo sette anni di assenza. Dalla sua un circuito nuovo per tutti e un feeling in crescita con la moto.

BORGO PANIGALE – Un'altra chance per Troy Bayliss. Al termine di un'incertezza durata alcuni giorni, la Ducati ha preso la decisione di dare nuovamente fiducia alla leggenda australiana. Come già nella sua gara di casa, quella inaugurale del Mondiale a Phillip Island, sarà dunque il 46enne a sostituire l'infortunato Davide Giugliano nel Gran Premio di Thailandia del Mondiale Superbike, in programma il 22 marzo.

Una scelta con la quale la casa di Borgo Panigale ha dato ragione alla maggioranza dei suoi tifosi, che chiedevano a gran voce il ritorno del campionissimo (anche se non erano in pochi a voler mettere alla prova il giovane collaudatore italiano Michele Pirro). In particolare in un mercato emergente ma sempre più importante per le moto tricolori, come quello dell'Estremo Oriente, avere in pista un nome di richiamo come quello di Bayliss potrebbe infatti rivelarsi un'arma importante sul piano dell'immagine.

Ma anche sul fronte delle prestazioni la scelta del pluri-iridato potrebbe essere meno azzardata di quanto sembri. Certo, al suo ritorno in SBK dopo sette anni di assenza, ha portato a casa solo due magri piazzamenti in gara (13° e 16° posto rispettivamente, anche a causa di problemi alle gomme). Ma in prova Troy ha dimostrato di girare a poca distanza dai migliori. E sul Chang International Circuit potrà contare su un feeling in crescita con la Panigale R e su una pista nuova per lui come per tutti gli altri concorrenti.

«Sono davvero entusiasta – ha commentato Bayliss – Sarà molto bello lavorare di nuovo con la squadra e con tutti i ragazzi del team. Rispetto alla mia gara di Phillip Island, organizzata davvero all’ultimo momento, questa volta avrò più tempo per allenarmi e per potermi preparare al meglio. Ho una grande motivazione e mi sento molto carico: non vedo l’ora di tornare in pista!».

L'ingaggio di Bayliss, per ora, è stato confermato solo per il prossimo weekend di gara, mentre resta da decidere chi si schiererà a fianco di Chaz Davies nelle successive corse di Aragón (12 aprile) e Assen (19 aprile). Nella gara di casa ad Imola, in programma il 10 maggio, poi, la speranza resta quella di rivedere in pista Giugliano, che tra qualche altra settimana di riposo potrà finalmente ricominciare un allenamento moderato.