31 marzo 2020
Aggiornato 04:30
Calcio | Nazionale

Immobile e Zaza: «A disposizione di Conte»

I due attaccanti azzurri parlano di loro. Immobile: «Ora vedo un gruppo unito, una squadra che viaggia all'unisono per un unico obiettivo e indossa questa maglia con orgoglio». Zaza: «Sogno di realizzare una rete in una finale mondiale».

COVERCIANO - Una coppia «ignorante». Così si definiscono a Coverciano Ciro Immobile e Simone Zaza. Rapidi e tecnici nello stretto, micidiali nelle ripartenze, sempre pronti ad andare in pressione sugli avversari e ad aiutare i compagni nella fase difensiva come vuole il Ct. «Di Zaza - dice Immobile - mi piacciono la grinta e la cattiveria, diventerà grandissimo e al momento giusto saprà scegliere fra Italia e l'estero. A me la Serie A non ha dato l'opportunità di inseguire ciò che volevo, ovvero la Champions League».

Rispetto al Mondiale Immobile avverte un clima diverso in Nazionale: «Ora vedo un gruppo unito, una squadra che viaggia all'unisono per un unico obiettivo e indossa questa maglia con orgoglio. E' quello che mi aspettavo conoscendo già Conte, il mister è bravissimo tatticamente». Nella sua nuova avventura in Germania è subito riuscito a mettere in mostra le sue qualità e le ultime brillanti prestazioni in azzurro gli hanno trasmesso ulteriore fiducia: «Venire in Nazionale a settembre è stato importante mentalmente perché poi mi sono sbloccato a Dortmund. La gente ci sta vicino nonostante in campionato le cose non vadano benissimo. Queste sono le differenze. È un momento importante per me, ho fatto gol in Champions. A volte non gioco perché la concorrenza è ottima, c'è Ramos». E la concorrenza anche in Nazionale non manca: «Ci sono tanti attaccanti che stanno facendo molto bene come Destro, Pellé, Osvaldo e Giovinco. Balotelli? Mario è un ragazzo a posto, ma le convocazioni le fa il mister».

Dopo l'esordio in Nazionale e il gol alla Norvegia Simone Zaza vola alto («sogno di realizzare una rete in una finale mondiale»), ma intanto si accontenterebbe di tornare a segnare in campionato: «Quando sono tornato a Sassuolo - ammette - ho trovato delle difficoltà, ho risentito un po' a livello fisico e mentale degli impegni con la Nazionale. Il mio obiettivo è far bene con il Sassuolo, è il mio unico modo per giocare in Nazionale. Lottiamo per la salvezza, c'è un gruppo fantastico».

Anche sull'utilizzo dei Social Network i due attaccanti la pensano allo stesso modo: «Sono d'accordo con quello che ha detto Oriali - sottolinea Immobile - bisogna stare attenti». Sulla stessa lunghezza d'onda Zaza: «Le persone a volte possono fraintendere».

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal