30 novembre 2020
Aggiornato 00:00
Formula 1 | GP d'Italia

Button a gamba tesa su Rosberg: «Fa male alla F1»

Il pilota inglese della McLaren torna sull'incidente e condanna il tedesco. Hamilton: «Il Gran Premio d'Italia è sempre un giorno speciale per me, in termini di ricordi che ho lì, andando indietro agli inizi della mia carriera. I campionati di karting disputati molto spesso in Italia ed è anche il luogo dove ho incontrato Nico, quindi è lì che comincia veramente la nostra rivalità».

LONDRA - «Ho sempre pensato che il leader del Mondiale sia il migliore pilota, ma al momento non è così». Jenson Button torna a parlare dello scontro Rosberg-Hamilton e condanna il tedesco.
«Sicuramente adesso in vista del Gp di Monza starà molto più attento, ma in ogni caso queste sono cose che fanno male allo sport», ha proseguito il pilota della McLare.
«Mi è dispiaciuto molto  per Lewis, stava conducendo la gara con merito, è incredibile quanto accaduto. Lewis è cresciuto molto, sia come pilota ma soprattutto come uomo, e mi dispiace quanto è successo», ha concluso il pilota inglese.

HAMILTON: AMO MONZA - Lewis Hamilton sul proprio sito parla del prossimo impegno nel GP d'Italia sulla pista di Monza. «Il Gran Premio d'Italia è sempre un giorno speciale per me, in termini di ricordi che ho lì, andando indietro agli inizi della mia carriera. I campionati di karting disputati molto spesso in Italia ed è anche il luogo dove ho incontrato Nico, quindi è lì che comincia veramente la nostra rivalità. E' un circuito con tanta storia e vincere lì è una sensazione davvero speciale. Ho avuto questa esperienza nel 2012 e mi piacerebbe farlo di nuovo nel 2014» aggiunge il pilota britannico della Mercedes.

NON MOLLERÒ FINO ALLA FINE - «La scorsa stagione abbiamo davvero faticato in questa gara, ma quest'anno abbiamo una macchina fantastica e sono fiducioso che possiamo vincere questa volta. Una cosa che ho sempre amo di correre a Monza è per il pubblico. Sono così appassionati di motori e il rumore intorno è incredibile, soprattutto sul podio. Speriamo che possiamo premiarli con una corsa emozionante» dice Hamilton. «Il mio obiettivo per il weekend, ovviamente, è di recuperare il divario in classifica piloti. E' grande come è stato per tutta la stagione quindi ho un sacco di lavoro davanti a me - ma tutto può succedere in questo sport. Non voglio mollare fino alla bandiera a scacchi ad Abu Dhabi e c'è ancora un sacco di punti in palio prima di allora, quindi è tutt'altro che finita».