10 aprile 2020
Aggiornato 15:00
Il processo

Pistorius deve essere condannato

lo ha dichiarato il procuratore generale Gerrie Neil, a conclusione della sua requisitoria. L'atleta accusato di avere ucciso la fidanzata nel febbraio 2013.

PRETORIA - Oscar Pistorius, l'atleta paralimpico sudafricano accusato di avere ucciso la fidanzata con quattro colpi di pistola il 14 febbraio 2013 nella sua abitazione vicino a Pretoria, non «può sfuggiare a una condanna per omicidio»: lo ha dichiarato il procuratore generale Gerrie Neil, a conclusione della sua requisitoria.

Che la Corte accetti o respinga la versione dell'imputato di un incidente, Oscar Pistorius «non può sfuggire a una condanna per omicidio», ha precisato il procuratore, secondo il quale, anche ammettendo che il velocista abbia creduto all'intrusione di un ladro, egli ha pur sempre sparato su un essere umano senza essere direttamente minacciato.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal