18 luglio 2019
Aggiornato 06:30

Chiellini generoso: «Suarez, sanzione eccessiva»

Il difensore della Nazionale non getta altra benzina sul fuoco, anzi esprime solidarietà nei confronti del collega: «Adesso restano solo rabbia e delusione per la partita persa».

MILANO - «Dentro di me ora non ci sono sentimenti di vendetta o di rabbia contro Suarez per un incidente che è accaduto in campo ed è finito lì». Giorgio Chiellini, a tre giorni dal morso durante Italia-Uruguay che è costato al Pistolero nove turni di squalifica con la Nazionale e quattro mesi col club, ridimensiona radicalmente l'episodio: «Ho sempre considerato inequivocabili gli interventi disciplinari da parte degli organi competenti - si legge sul sito ufficiale del difensore della Nazionale -, ma allo stesso tempo credo che la sanzione sia eccessiva».

VICINO A SUAREZ E ALLA SUA FAMIGLIA - «Rimangono solo la rabbia e la delusione per la partita persa - aggiunge sull'eliminazione Chiellini, che poi sposta nuovamente l'attenzione su Suarez e il periodo duro che lo aspetta -. Al momento il mio unico pensiero è per Luis e la sua famiglia, perché si troveranno ad affrontare un periodo molto difficile. Spero sinceramente che gli sarà consentito, almeno, di stare vicino ai suoi compagni di squadra durante le partite, perché tale divieto è davvero alienante per un giocatore».