20 settembre 2019
Aggiornato 18:30

Oklahoma riapre la serie

I Thunder fanno leva sulla voglia di Serge Ibaka, tornato in campo dopo un recupero lampo dall'infortunio al polpaccio, che gioca quasi tutta la partita e mette a referto 15 punti. Bene anche Westbrook (26) e Durant (25).

OKLAHOMA CITY - Oklahoma City batte 106-97 San Antonio in gara 3 della finale di Western Conference e riapre la serie: ora gli Spurs conducono 2-1. I Thunder fanno leva sulla voglia di Serge Ibaka, tornato in campo dopo un recupero lampo dall'infortunio al polpaccio, che gioca quasi tutta la partita e mette a referto 15 punti. Bene anche Westbrook (26) e Durant (25).

Agli Spurs non bastano i 23 punti di Ginobili. Gara 4 è in programma domani notte ancora a Oklahoma City. Avrebbe dovuto saltare il resto dei playoff Serge Ibaka, fermato da un guaio al polpaccio sinistro in gara 6 della semifinale di Conference contro i Clippers. Invece Air Congo, leader indiscusso della difesa dei Thunder, torna in campo, ci resta da protagonista fino a 3'17» dalla sirena e trascina i suoi al successo che rappresenta una boccata d'ossigeno dopo le prime due batoste rimediate a San Antonio nelle prime due partite della serie. Avvio di partita equilibrato con le squadre che giocano punto a punto: spettacolo alla fine del secondo quarto, quando Westbrook e Ginobili mettono a segno due triple a testa nell'arco di 35 secondi. Oklahoma va all'intervallo lungo sul +4 (57-53). E' ancora Westbrook a dare la scossa ai Thunder con la bomba del +7 alla ripresa, ma è all'inizio dell'ultimo quarto che si decide la partita: Okc vola sul +17 e per San Antonio è notte fonda.

Oklahoma chiude mandando in doppia cifra quattro giocatori: Westbrook (26), Durant (25 + 10 rimbalzi), Ibaka (15) e Jackson (15). Tra gli Spurs si salvano Ginobili (23 punti con 6/9 dall'arco) e Duncan (16 + 8 rimbalzi).